Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Compra la barca con i fondi Ue La GdF confisca «Cristallina»

Secondo i finanzieri la ditta l'avrebbe acquista con i contributi comunitari per farne un'attività a servizio del turismo ma invece era usata per fini personali. Titolare condannata per truffa
Di Redazione

La Guardia di Finanza ha confiscato una barca a vela di 13 metri, la «Cristallina», che era stata acquistata con un finanziamento Ue di 180 mila euro per attività di locazione settimanale senza equipaggio e di crew yacht e cioè noleggio con equipaggio e con affitto di cabine con itinerari turistici prestabiliti, e che invece, secondo i finanzieri, era usata per fini privati. Le indagini secondo quanto ha reso noto la Finanza «hanno permesso di accertare che l'imbarcazione è stata utilizzata a titolo privato per partecipare a regate e campionati regionali di vela, come tra l'altro rilevato su numerosi siti web specializzati. Inoltre, i due dipendenti assunti sono risultati essere stretti familiari del titolare dell'impresa e il loro impiego è stato disposto solo per poter accedere al finanziamento nell'ambito del piano operativo regionale Sicilia per il periodo 2000/2006. La titolare della ditta, Costanza Paternò Castello, 54 anni, è stata condannata, in primo grado, per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, a 2 anni e 6 mesi di reclusione, oltre a 600 euro di multa.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: