Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Falsa notizia sui casi di Ebola Albergatori chiederanno i danni

Le associazioni di categoria hanno preannunciato l'azione civile e penale nei confronti del neo nazista autore del falso scoop che ha fatto il giro dei social network con 26 mila condivisioni
Di Redazione

Federalberghi e il Consorzio albergatori di Lampedusa sono scesi in campo ed hanno annunciato la richiesta di danni per dieci milioni euro all'autore del falso scoop sui presunti casi di Ebola a Lampedusa. La vicenda è relativa alla falsa notizia circolata su Facebook dei casi di Ebola registrati nelle Pelgie ed il cui autore è stato scoperto e denunciato dalla polizia postale. Ci sono state – sostengono gli albergatori – 26 mila condivisioni e un'immediata reazione turistica negativa con una pioggia di disdette arrivate alle strutture alberghiere. Per questo le associazioni hanno deciso di muovere un'azione giudiziale civile e penale. «A fronte di una popolazione che da più di un decennio si è spesa in termini di accoglienza e solidarietà dinanzi al gravissimo flusso migratorio - dice il presidente Giovanni Damiamo Lombardo, di Federalberghi isole Pelagie - c'è un'identificazione degli aspetti negativi del fenomeno con l'isola di Lampedusa e Linosa. L'ennesima bufala che ha trovato un'irresponsabile cassa di risonanza sui social network rappresenta l'ennesimo attentato alla fragile economia di questo territorio già provato».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA