Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Gli incendi inspiegabili di Caronia «causati da esperimenti militari»

A svelarlo il sindaco di Caronia Calogero Beringheli che si è fatto consegnare la relazione top secret preparata da una commissione scientifica incaricata di studiare il misterioso fenomeno

Di Redazione

PALERMO - Potrebbero essere gli esperimenti militari la causa dei misteriosi incendi che, dal 2004, terrorizzano gli abitanti di Canneto di Caronia (Me). A svelarlo ai microfoni di Restate Scomodi, trasmissione in onda dal lunedì al venerdì alle 15 e 30 su Radio Uno, è il sindaco di Caronia Calogero Beringheli.

Pubblicità

Beringheli si è fatto consegnare la relazione top secret preparata da una commissione scientifica incaricata di studiare il fenomeno.

«La commissione - spiega il sindaco - dice che tra le ipotesi più probabili c'è proprio la sperimentazione di armi che diversi Stati starebbero conducendo. Noi vogliamo sapere quali sono questi Stati. Tutto è fermo dal 2007, i monitoraggi sono stati interrotti, la commissione ha proposto alla Protezione Civile di potenziare i sensori, noi vogliamo sapere cosa accade».

Gli incendi, cominciati nel 2004, sono ripresi da qualche mese dopo una pausa. Il sindaco ha ordinato lo sgombero delle case dei 148 abitanti della frazione. «Finché non si individuano le cause - dice Beringheli - la popolazione evacuata non tornerà nelle abitazioni». Oltre ai roghi altri strani fenomeni hanno interessato la zona. Dallo spiaggiamento di pesci, ai danni subiti da un elicottero della Protezione civile che sorvolava la frazione.

«Secondo me lo Stato sa se ci sono esperimenti in corso - dice - Lo Stato o qualcuno parallelo. Ed è assurdo che non si sappia nulla».

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: