Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Trovato un arsenale a Librino con pistole e mitragliatori

L'operazione dei carabinieri si inquadra nelle indagini sull'omicidio di Daniele Di Pietro e la decisione di tre fratelli e di un loro nipote di costituirsi per sfuggire alla vendetta.
Di Redazione

L'omicidio di Massimiliano Daniele di Pietro a Librino e la decisione dell'assassino, dei suoi due fratelli e del nipote di costituirsi ai carabinieri per sfuggire alla vendetta del clan avverso sembra abbia scoperchiato il vaso di Pandora della criminalità nel quartiere di Librino. I carabinieri infatti hanno scoperto un arsenale composto da più di 50 armi da fuoco tra pistole e fucili mitragliatori da guerra e munizioni. L'operazione è stata compiuta nel quartiere di Librino con il supporto del servizio aereo e delle unità cinofile. Le armi, che erano contenute in alcuni borsoni, erano nascoste in una un'intercapedine di un palazzo. Non è ancora chiaro se l'arsenale sia stato trovato grazie alle rivelazioni dei tre fratelli e del minorenne fermati dalla polizia e indagati a vario titolo per l'omicidio di Di Pietro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA