Notizie locali
Pubblicità

Archivio

«Ecco i crateri delle bombe sulla riserva di Punta Bianca»

La denuncia di MareAmico: «Qui da 58 anni ci sono esercitazioni militari che creano danni e provocano frane in questa parte di costa agrigentina»
Di Redazione

Ambientalisti ancora in rivolta in difesa del sito di Punta Bianca, che per la Regione dovrebbe diventare una riserva naturale ma dove da 58 anni c'è una servitù militare che consente di effettuare esercitazioni a fuoco. E dopo il video che mostrava come i carri armati sparessero proiettili che finivano a mare ora c'è un altro video realizzato mediante un drone, dove si notano i crateri provocati dai proiettili sparati durante le esercitazioni. «E' arrivato il momento – ha detto Claudio Lombardo di MareAmico – di dire basta alle esercitazioni in questo luogo (come per altro concorda anche l'esercito). La regione Sicilia deve subito individuare un posto alternativo per le esercitazioni, come consiglia lo stesso Ministero della Difesa. Nei prossimi giorni incontrrremo il neo assessore regionale al territorio Gerratana cui consegneremo un corposo dossier».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: