Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Cultura, Cobas: «Sovrintedente non si presenta a turno di notte»

Il sindacato: «Marilena Volpe si è fatta verbalmente inserire nel servizio domenicale di vigilanza del Castello della Zisa, ma non si è presentata»
Di Redazione

PALERMO - Il soprintendente ai Beni culturali di Palermo, Marilena Volpes, «al fine di garantire la vigilanza notturna dei siti culturali nelle giornate festive, si è fatta verbalmente inserire nel servizio notturno domenicale di vigilanza del Castello della Zisa, ma non si è presentata in servizio lasciando i due lavoratori a guardia di un sito che ha concreti problemi nei sistemi di sicurezza. Lo dicono Michele D'Amico e Simone Romano, del Cobas/Codir. «Con questa “furbata” - aggiungono - il soprintendente di Palermo ha di fatto gonfiato il servizio notturno festivo, trasgredendo quanto stabilito dalla norma contrattuale decentrata che prevede che i lavoratori in servizio - per garantire gli standard di sicurezza e di vigilanza - devono essere presenti almeno in tre unità. Episodi di questo tipo possono persino pregiudicare l'incolumità dei lavoratori in servizio. È necessario che si avvii un tavolo per concordare modalità e remunerazione del superamento dei limiti contrattuali, per garantire almeno gli standard minimi di vigilanza»

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA