Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Giovane rapper di Castelvetrano investito e ucciso da pirata strada

Il cantante Nino Buscaino, 26 anni, che viveva a Empoli, morto in seguito alle ferite riportate nell'incidente. L'investitore è stato rintracciato oltre 24 ore dopo e messo agli arresti domiciliari
Di Redazione

EMPOLI - Rintracciato dalla Polstrada e messo agli arresti domiciliari un automobilista residente nella provincia di Pistoia accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso dopo un incidente mortale avvenuto sull'A1 presso Firenze due notti fa, tra sabato e domenica scorsi. Vittima un cantante rapper di 26 anni di Empoli (Firenze), Nino Buscaino, originario di Castelvetrano (Trapani), morto in seguito alle ferite riportate nell'incidente, che è avvenuto tra gli svincoli di Firenze Sud e Incisa. Secondo la Polstrada del compartimento di Firenze Nord l'arrestato avrebbe innescato l'incidente. Nei suoi confronti è scattata la misura degli arresti domiciliari: dovrà rispondere di omissione di soccorso oltre che di omicidio colposo.   In base a una ricostruzione, Buscaino stava viaggiando in direzione Roma con la sua Fiat Seicento quando all'improvviso è stato tamponato da una Golf. Il giovane, soccorso dal 118, è morto alcune ore dopo all'ospedale fiorentino di Careggi. Le ricerche - avviate grazie anche ad alcuni filmati, hanno permesso di individuare il “pirata” e bloccarlo, quindi di arrestarlo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA