Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Sgarbi: «Il Satiro? Meglio in giro che nel museo chiuso ai turisti»

Provocazione del critico d'arte: «E' terribile trovare l'ingresso sbarrato. Allora, come ho proposto per i Bronzi di Riace, meglio fargli girare per il mondo». E il sindaco di Mazara insiste: «Affidate a noi la gestione»
Di Redazione

PALERMO - «Il satiro danzante chiuso al pubblico? È terribile, meglio mandare le opere in giro per il mondo come dicevo per i Bronzi di Riace». Così Vittorio Sgarbi, a margine di una conferenza stampa a Palermo, sulla polemiche scoppiate a Mazara del Vallo (Trapani) sulla chiusura al pubblico del museo nei giorni festivi e nei pomeriggi, polemiche rinfocolate dal biglietto lasciato da alcuni visitatori che il 1° novembre scorso hanno trovato il museo chiuso per disinfestazione dei locali: «E' una vergogna» c'era scritto.   «È una mancanza di consapevolezza della classe politica - ha continuato - che oltre alle colpe gravi che ha nella collusione con la mafia, dove dimostrata, ha la colpa di una ignoranza della Sicilia». «Quando qui andiamo a vedere musei e oratori ci rendiamo conto o che sono chiusi o che sono aperti in orari sbagliati. Ma la loro bellezza è talmente grande che se fossero porzioni di musei inglesi o americani sarebbero travolti da un flusso di visitatori». Come dargli torto.   Intanto il sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, che recentemente ha spesso criticato la gestione regionale accusando i 25 dipendenti di non essere capaci di assicurare l'apertura continia del piccolo museo, ha rinnovato la richiesta di gestire direttamente il museo, assicurando che sarà aperto tutti i giorni e per più ore rispetto alle attuali. «Non se ne può più di intralci causati da una falsa politica di salvaguardia dei lavoratori ha detto Cristaldi -. Chiediamo più razionalità e più flessibilità nell'organizzazione del lavoro».   «Come volevasi dimostrare - ha aggiunto Cristaldi - le nostre non sono preoccupazioni infondate. Si è trovata anche la scusa di far coincidere la disinfestazione dei locali col giorno festivo. Un danno gigantesco di immagine e che ha provocato le giuste reazioni di turisti e albergatori. Mentre facciamo di tutto per migliorare la nostra politica turistica, la Regione chiude i musei e le aree archeologiche». «Spero che il presidente della Regione Crocetta - conclude Cristaldi - affronti la materia seriamente e resto in attesa di un incontro per concordare un passaggio utile alla città di Mazara del Vallo e alla Regione».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: