Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Sigilli ai beni dell'estortore della fiction “Squadra antimafia”

La polizia ha sequestrato beni per 500 mila euro a Tommaso Tognetti, esponente di spicco del clan della Noce: sarebbe tra gli estorsori della Magnolia Fiction, società di produzione cinematografica
Di Redazione

PALERMO - La polizia ha sequestrato beni per 500 mila euro a Tommaso Tognetti, 49 anni, esponente di spicco del mandamento mafioso del quartiere Noce, a Palermo. Il provvedimento è del tribunale del capoluogo siciliano - sezione misure di prevenzione presieduta da Silvana Saguto e composto da Lorenzo Chiaramonte e Fabio Licata - che ha accolto la proposta avanzata dal questore di Palermo e dal procuratore della repubblica. La figura di Tognetti è emersa nel corso delle indagini, svolte dalla Squadra mobile (sfociate nell'operazione Atropos) che, il 22 ottobre 2012, lo ha portato in carcere. Tognetti, secondo gli agenti, è un elemento inserito nell'organizzazione mafiosa e sarebbe tra gli estorsori della Magnolia Fiction, società di produzione cinematografica che stava girando a Palermo “Squadra antimafia”. I sigilli sono scattati per due immobili nella disponibilità di Tognetti, in via Perpignano e in via Re Federico, individuati dagli investigatori della questura e del Gico della Guardia di Finanza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: