Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Come difendere i bebè dalle alte temperature e dal sole

Di Redazione

La prima ondata di caldo estivo è arrivata, nei prossimi giorni, confermano i meteorologi le temperature saranno comprese tra i 30 e i 35 gradi. I consigli su come comportarsi in queste giornate bollenti della Società Italiana di Neonatologia (Sin), quando si ha un bebè in casa, sfatando le informazioni vere e quelle false. «Il neonato è piuttosto inadeguato a far fronte alle temperature che si discostano troppo da quella del benessere termico. Pertanto è particolarmente vulnerabile in caso di temperature elevate e fortemente a rischio di disidratazione» spiegano i neonatologi. Tra i falsi miti nati intorno ai bebè c'è quello dei viaggi in auto. «I neonati possono affrontare viaggi in auto, se le condizioni climatiche favorevoli sono garantite all'interno dell'abitacolo». Altro credenza errata è quella di voler necessariamente far bere acqua ai lattanti: «Una corretta dieta lattea, sempre preferibile se attuata con latte materno, essendo ad elevato contenuto idrico soddisfa i fabbisogni non solo calorici, ma anche di liquidi necessari a mantenere un adeguato equilibrio idroelettrolitico. Teoricamente dunque, non andrebbero proposte integrazioni con altri liquidi, neppure acqua», si legge in una nota della Sin. Tra i consigli utili degli esperti c'è quello di evitare di esporre il neonato direttamente ai raggi solari e durante una passeggiata invece i medici suggeriscono di «coprire il bebè con indumenti chiari e leggeri, di fibre naturali, che lascino scoperti gli arti». In spiaggia invece la miglior prevenzione delle scottature e dell'eritema è «una scarsa e mai diretta esposizione solare del neonato. Non sono consigliabili di routine, ma possono essere eventualmente utilizzate in rare occasioni per le zone esposte creme con filtro fisico, ovvero contenenti minerali quali ossido di zinco o titanio che riflettono i raggi solari impedendone la penetrazione». Tra i consigli sempre utili da ricordare c'è quello sui medicinali: «Non si possono dare farmaci ai neonati senza il parere del pediatra. Solo il neonatologo/pediatra è in grado di prescrivere farmaci ad un bambino di poche settimane e va pertanto sempre consultato nel caso si sospetti».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: