Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Organizza un raid punitivo contro il rivale in amore: finisce in manette

Diciottenne arrestato e tre complici minorenni denunciati: hanno aggredito un coetano e ferito anche la madre di quest'ultimo, entrambi finiti in ospedale. Il tutto per gelosia
Di Redazione

TRECASTAGNI - I carabinieri di Trecastagni, nel catanese, hanno arrestato un 18enne e denunciato tre minorenni, tutti di 16 anni, per lesioni personali aggravate in concorso. I quattro avrebbero organizzato una spedizione punitiva ai danni di un 17enne, rivale in amore di uno dei componenti del gruppo. A spingere la gan all'assalto srabbe infatti stata propria la gelosia per una ragazza. La vittima, appena giunta nei pressi della propria abitazione, in corso Cristoforo Colombo, a Trecastagni, è stata aggredita con calci e pugni dal quartetto. La madre, 39enne, richiamata dalle urla, dal balcone di casa si è accorta dell'aggressione. Così è scesa in strada per liberare il figlio dalla morsa dei quattro, rimanendo anche lei contusa dopo essere stata colpita al torace.   Nel frattempo qualcuno ha telefonato al 112. E sul posto è giunta una pattuglia di carabinieri. I militari, dopo una breve colluttazione, sono riusciti a bloccare gli aggressori, facendo prestare soccorso alle vittime. Madre e figlio visitati all'ospedale di Acireale hanno riportato, la prima un trauma contusivo all'emitorace sinistro e destro, il secondo escoriazioni sparse e ferite lacero contuse piramido nasale. I medici gli hanno applicato otto punti di sutura. L'arrestato è stato posto ai domiciliari.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA