Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Saatchi & Saatchi: il lusso visto da un'altra prospettiva e la democratizzazione del consumo d'élite

Di Venera Elisa Fichera

MILANO - Da ideale esclusivo a umano inclusivo, da tradizione a innovazione, da one-off a one-to-one…Il vero lusso è il caviale o un'agenda senza appuntamenti? I miti del concetto di lusso mutano in nuove interpretazioni che portano alla democratizzazione del consumo d'élite. Condotto in nove Paesi (Thailandia, Cina, Giappone, India, Emirati Arabi, Messico, Stati Uniti, Regno Unito, Italia), lo studio di Saatchi & Saatchi analizza i cambiamenti in atto del settore lusso e individua, nelle modalità di comunicazione dei marchi Premium, la nuova dimensione strategica, coerente a un concetto di lusso legato sempre più alla sfera personale. «La nostra provocazione - afferma Giuseppe Caiazza, CEO di Saatchi & Saatchi Italia e Francia e Head of Automotive Business EMEA - ci conduce a dire che, oggi, è forse il mondo del lusso a poter trarre qualche elemento di ispirazione dai FMCG - Fast Moving Consumer Goods (beni di largo consumo) », e - prosegue - «in base all'esperienza che abbiamo acquisito lavorando per brand di lusso e non abbiamo notato che ci sono alcuni cambiamenti di paradigmi di cui le marche di lusso potrebbero beneficiare nelle loro future strategie di espansione».   Un esempio nella moda? Hermès, brand cliente Saatchi & Saatchi, ha deciso di “rompere le barriere” customizzando scarti di pellame per i suoi clienti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: