Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Catania a Livorno Chrapek risponde a Jelenic

Rossazzurri senza Rolin, Monzon e Rinaudo e Almiron, Sannino punta sul 5 3 2. In avanti Calaiò e Cani. I padroni di casa sono passati in vantaggio con una rete di Jelenic. Parisi in campo per Caputo
Di Gaetano Ravanà

Out Rolin, Monzon e Rinaudo e Almiron, questa la formazione del Catania, impegnato tra poco sul difficile campo del Livorno: Frison; Escalante, Spolli, Sauro, Capuano; Martinho, Odjer, Chrapek, Rosina; Cani, Calaiò. I padroni di casa reduci dal bel pareggio di Modena rispondono con: Mazzoni; Maicon, Bernardini, Gonnelli, Gemiti; Moscati, Biagianti, Luci; Jelenic, Vantaggiato, Cutolo. Arbitra Di Paolo di Avezzano. Per gli etnei una trasferta difficile, ma la squadra di Sannino, dopo aver dimostrato di possedere un carattere forte, visto il pareggio in rimonta di sabato scorso contro il Bologna, devono cercare di smuovere la classifica anche lontano dal Massimino. In questa stagione, il Catania, in trasferta, ha raccolto troppo poco. Dopo otto minuti di gioco si sblocca il risultato al Picchi di Livorno. I padroni di casa sono passati in vantaggio con una rete di Jelenic. Cross dalla destra di Maicon, Moscati di testa centra il palo e Jelenic è lesto a ribattere in rete. Il Livorno fa centro alla prima azione offensiva. Adesso attendiamo la reazione degli etnei. Al 36° il Catania pareggia a Livorno con Chrapek. Dopo avere rischiato il tracollo un minuto prima con Vantaggiato che non ha sfruttato a dovere un assist al bacio di Cutolo, i rossazzurri che sei minuti prima avevano dovuto sostituire Caputo, al suo posto è entrato Parisi, in un'azione bene impostata hanno riequilibrato le sorti del match.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: