Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Alla prova del sacrificio

Di Pinella Leocata

Le fiamme spaccano gli oblò, squagliano i pavimenti, invadono i corridoi e squarciano la notte mentre centinaia di persone corrono a perdifiato verso il ponte più alto, all'aperto, cercando l'aria, la salvezza, la vita. Quella vita, la loro, che sentono cedere, stretta tra il fuoco e il mare in tempesta, tra il fumo che soffoca e le acque gelide che non danno scampo.   Il traghetto Norman Atlantic naufraga bruciando con il suo carico di uomini resi pazzi dal terrore. Eppure il momento più terribile è quello della salvezza a portata di mano, quando gli elicotteri di salvataggio calano verricelli e imbracature e salirvi o meno è il discrimine tra la vita e la morte. E' allora che il panico si trasforma in violenza cieca, l'istinto di sopravvivenza prende il sopravvento e gli uomini ritornano animali. Si salva il più forte.   La soprano greca Dimitra Theodossiou lo racconta con rabbia e disprezzo: quegli uomini che picchiavano le donne, le tiravano per i capelli, pur di conquistarsi un posto in elicottero, di garantirsi la salvezza! E lo raccontano anche i soccorritori: l'angoscia di dover decidere a chi dare la precedenza, a chi garantire la vita. Il ricordo di quelle mani che strappavano il verricello per salvare se stessi al posto di bimbi, donne, anziani e feriti, coloro che, per regola, vanno messi in salvo per primi. Scene strazianti come quelle dei salvati che arpionano gli uomini che li hanno soccorsi e non li lasciano più, rallentandone l'azione in aiuto di altri disperati.   E' di fronte alla morte, alle scelte estreme, che l'essere umano rivela se stesso, i valori in cui crede e per i quali è disposto anche a morire. Non sorprende che la realtà demolisca l'immagine irreale di maschi pronti a soccorrere i più fragili, chi è a maggior rischio.   Più generose, oblative, pronte al sacrificio di sé, in genere, sono le donne, le madri, le compagne. E' il portato di una lunga storia, di abitudini radicate, di un'antica cultura che ha dato spazio alla solidarietà e alla vita.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: