Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Barricate, i volti della rivoluzione di Kiev negli scatti di Emanuele Musarra

Il reportage del giovane filmmaker messinese nell'Ucraina sconvolta dalle rivolte del 2014 

Di Virginio Di Carlo

Ci sono le immagini delle trincee di pneumatici e delle catapulte utilizzate dall'esercito ucraino contro i manifestanti dell'Euromaidan. Le migliaia di candele e mazzi di fiori deposti intorno alle barricate di mattoni che, dovunque, tra Khreshchatyk e la cattedrale di Santa Sofia hanno assediato per mesi le strade di Kiev. I volti di pietra dei soldati e quelli di bambini e anziani alla ricerca di motivi per un improbabile ritorno alla normalità. Ci sono soprattutto le ferite nei cuori delle persone che, un anno fa come oggi, animavano l'inizio della rivoluzione anti-russa nella capitale ucraina, nella mostra dal titolo “Barricate” del filmmaker e fotografo messinese Emanuele Musarra. Quattordici scatti, come i mesi trascorsi dall'inizio delle manifestazioni e degli scontri che hanno ribaltato gli equilibri politici e le prospettive di un Paese ancora in cerca di una precisa identità, esposti dall' 8 gennaio negli spazi del Mammut Art Space di via San Lorenzo a Catania.

Pubblicità

Il reportage, realizzato pochi giorni dopo la fuga dell'ex-presidente Viktor Janukovyč alla fine del febbraio 2014, mostra, ancora “a caldo” l'atmosfera plumbea della guerra, attraversata da squarci di irreale quotidianità. Un collage di dolore ed emozioni vissute dagli abitanti di una città quasi totalmente trasformata in un campo di battaglia.

Musarra, trentadue anni, ha già all'attivo diverse partecipazioni a festival nazionali ed internazionali, come il premio “Per un pugno di corti” del quale, nel 2010, si è aggiudicato il primo posto nella sezione Scuole con il film Tigri di carta. Da gennaio 2013, il filmmaker messinese ha affiancato alla sua attività principale quella di docente di Storia del Cinema italiano presso la scuola per stranieri “Babilonia” di Taormina.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al prossimo 12 febbraio, dal martedì alla domenica, dalle 19 e alle 23.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: