Notizie locali
Pubblicità

Archivio

I teatri antichi riaprono agli eventi entro una settimana il calendario

Gli esiti del vertice di Palermo tra l'assessore ai beni culturali, quello al turismo e gli operatori del settore. E anche i concerti in bilico potrebbero essere rispescati. Dal 2016 regole più ferree
Di Isabella Di Bartolo

Una settimana di tempo per stilare il calendario dei grandi concerti 2015 di Taormina. L'obiettivo della Regione è incrociare date e prenotazioni per dar spazio a tutti gli eventi, a partire da esclusi del calibro di Stevie Wonder (che potrebbe essere recuperato) e Carlos Santana (più difficile da salvare) la cui concessione per gli spettacoli era stata sospesa tra le legittime proteste degli addetti ai lavori. E sono stati proprio questi ultimi i protagonisti di riunione convocata ieri a Palermo dall'assessore regionale ai Beni culturali, Antonio Purpura, e dal direttore generale dei Beni culturali, Rino Giglione.   Un incontro svoltosi alla presenza di venti imprenditori e operatori del settore oltre che del sindaco di Taormina, Eligio Giardina, e della direttrice del Parco archeologico di Naxos, Maria Costanza Lentini, che sovrintendente il monumento romano di Taormina. Accanto a Purpura anche l'assessore al Turismo, Cleo Li Calzi, a testimonianza dell'impegno sinergico dei due settori volto a coniugare tutela del monumento e promozione. «Abbiamo messo in campo con la collega Li Calzi – dice l'assessore Antonio Purpura - un coordinamento strategico e operativo nelle materie che hanno un impatto sui flussi turistici. Si è stabilito che si procederà, entro la prossima settimana, alla riprogrammazione delle manifestazioni, secondo le modalità e criteri precedentemente concordati».   Da oggi, dunque, il direttore Giglione valuterà le richieste di concessione per garantire spazio a tutti in attesa delle linee guida e dei nuovi canoni di affitto dei monumenti che entreranno in vigore dal 2016. La stagione 2015, dunque, sarà riveduta e corretta.   In calendario entrerebbero dunque anche eventi in bilico come i concerti dei Duran Duran, dei Toto, di David Gilmour dei Pink Floid e, appunto, di Stevie Wonder che sarebbe l'unica data italiana del tour mondiale. «Tutte le richieste saranno valutate con grande attenzione perché vogliamo dare spazio a tutti», aggiunge Rino Giglione   Soddisfatti gli operatori del settore. «L'apertura c'è - commenta Carmelo Costa di Assomusica - le problematiche tuttavia rimangono. Aspettiamo di essere riconvocati nei prossimi giorni, aprendo dei tavoli specifici».   Ma la questione concessione ha riguardato, ieri, anche un altro teatro di pietra della Sicilia: quello di Siracusa. Una seconda riunione, meno affollata, si è svolta subito dopo l'incontro dedicato a Taormina alla presenza dei due assessori, Purpura e Li Calzi, del direttore Giglione, del soprintendente Calogero Rizzuto, del sindaco Giancarlo Garozzo in qualità anche di presidente dell'Istituto nazionale del Dramma antico, e di Enrico Castiglione direttore del Festival Euromediterraneo. Assicurata la stagione degli Spettacoli classici dell'Inda e le date degli eventi lirici firmati da Castiglione, da maggio a luglio, la riunione è stata incentrata sull'esigenza di intervenire per mettere in sicurezza il monumento danneggiato da uso e incuria prima dell'inizio della stagione degli eventi.   Il SERVIZIO COMPLETO SU “LA SICILIA” IN EDICOLA  

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: