Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Regione incassa 2,58mln da dismissione derivati Rbs

Di Redazione

PALERMO - La Regione ha incassato 2,585 milioni di euro quale controvalore netto delle cedole interessi dei titoli di Stato maturati fino a metà dicembre dell'anno scorso e acquistati nell'ambito dell'operazione di dismissione dei contratti derivati che erano stati stipulati con The Royal Bank of Scotland. I fondi sono destinati a copertura degli oneri discendenti dalla dismissione dei medesimi contratti derivati in essere e/o alla riduzione del debito. La chiusura dei contratti derivati stipulati con Rbs, dismessi il 5 aprile del 2013, ha generato un flusso finanziario a favore della Regione di 398,73 mln col quale è stato ricostituito l'accantonamento (sinking fund) previsto per il rimborso a scadenza dicembre di quest'anno del prestito obbligazionario “Pirandello bond”, mediante l'acquisto di titoli del debito pubblico dello Stato per un valore nominale di 401,45 mln, cui sono seguiti nel corso del 2013 e del 2014 ulteriori acquisti di titoli che hanno fatto attestare il valore nominale complessivo a 512,97 mln al 28 ottobre dell'anno scorso. Il controvalore netto delle cedole interessi sui titoli di Stato, al 15 dicembre 2014, è stato di 2,285mln.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: