Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Vietati fuochi per alimenti e ceri lungo il percorso di Sant'Agata

Due ordinanze del sindaco per uno svolgimento in sicurezza della Festa della Patrona: il trasporto dei ceri accesi è vietato in tutto il territorio comunale
Di Redazione

CATANIA - Vietati, nel periodo delle festività per Sant'Agata, Patrona di Catania, l'accensione dei fuochi per la vendita e il consumo di alimenti lungo il percorso del Fercolo e l'accensione e il trasporto dei ceri accesi in tutto il territorio comunale. Lo ha deciso il sindaco Enzo Bianco con due distinte ordinanze. In particolare, la prima disposizione vieta nei giorni 4 e 5 febbraio, lungo il percorso del Fercolo e nei siti e vie adiacenti, lo svolgimento di qualunque attività commerciale che dia luogo all'accensione di fuochi con bombole e bracieri per le attività di vendita e consumo di alimenti. L'ordinanza nasce dalla prevedibile grande affluenza di cittadini, fedeli e turisti ed è finalizzata a evitare situazioni di pericolo per la tutela della salute e dell'incolumità pubblica.   La seconda ordinanza vieta, sempre nei giorni della Festa, il 3, 4, 5 e 6 febbraio, l'accensione e il trasporto dei ceri accesi in tutto il territorio comunale anche da parte dei devoti. Questo perché potrebbe comportare problemi di pubblica incolumità e pericolo di incidenti, anche gravi, per pedoni e autoveicoli. L'accensione dei ceri è invece consentita, per contemperare le esigenze di sicurezza con le tradizioni dei fedeli, in siti opportunamente delimitati e attrezzati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: