Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Il piacere di ammirare la vara gustando i tipici dolci agatini

Di Damiano Scala

CATANIA - Con la famiglia Granata sulle prelibatezze agatine non c'è da scherzare. La salita dei Cappuccini per amici e parenti diventa un appuntamento da non perdere. Un convivio letteralmente assoggettato da così tante prelibatezze. Leccornie che riempiono gli occhi prima ancora dello stomaco. Le “cassatelle” e le “olivette di Sant'Agata” non lasciano indifferente nessuno per una tradizione che si rinnova di anno in anno. E come dargli torto visto che la 3 giorni agatina diventa un'occasione imperdibile per riunire la famiglia. Insomma, la tradizione è tradizione e va sempre rispettata. Non si tratta solo di mangiare ma di partecipare ad un appuntamento fisso entrato nell'agenda anche della famiglia Sofia in prima linea per ammirare la “Vara” gustando una leccornia.  

Pubblicità

 

A fare gli onori di casa Marco Granata e la moglie Sonia: «Si tratta di un pensiero speciale per un'occasione unica che riempie il cuore di gioia. Anche questo vuol dire celebrare la nostra amata Agata». Creazioni gastronomiche indissolubilmente legate al palato perché la famiglia Granata vuole rispettare l'impegno con i loro ospiti. A Sonia spetta, invece, anche il compito di preparare l'allestimento della tavola perché pure l'occhio vuole la sua parte.

 

 

video di Davide Anastasi

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: