Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Dybala stavolta si divora gol già fatti e l'Inter di Mancini resuscita col Palermo

Gara comunque dominata dai nerazzurri: rosanero belli solo a sprazzi. Finisce 3-0
Di Redazione

MILANO - Guarin e Icardi (doppietta): l'Inter torna alla vittoria battendo 3-0 il Palermo dopo tre sconfitte di fila, Tim Cup compresa: per i nerazzurri anche due legni (palo di Icardi e traversa di Ranocchia), ma il Palermo ha sprecato un'occasione clamorosa in avvio di ripresa con Dybala che ha sparato alle stelle a porta vuota dopo il palo di Vazquez. Sarebbe stato l'1-1. Successo comunque meritato per gli uomini di Mancini, passo indietro per quelli di Iachini. Parte meglio l'Inter, con Shaqiri alle spalle del duo Palacio-Icardi: è bravo Sorrentino su Juan Jesus, Shaqiri è molto attivo e da un suo corner, dopo una punizione di Dybala fuori non di molto, arriva il vantaggio nerazzurro. È Guarin a colpire, indisturbato, nell'area rosanero: ossigeno puro per Mancini, che però vede le streghe al 25', quando Vazquez apparecchia per Lazaar, cross basso per Rigoni che, solissimo a un metro da Handanovic, spreca tutto in spaccata. Iachini comincia a rivedere il suo Palermo e il pubblico del Meazza ha un sussulto quando Palacio, di testa, non indovina il 2-0 sull'assist di Brozovic. Nel frattempo l'Inter - dopo aver recriminato per un fallo di Morganella, già ammonito, su Icardi lanciato a rete ma che Guida non ha neanche sanzionato con la punizione - ha perso Nagatomo (infortunio a una coscia), dentro Dodò.   Incredibile quanto accade in avvio di ripresa: Handanovic è super su Dybala, poi Vazquez centra il palo pieno e sulla respinta, a porta vuota, Dybala spara alle stelle da metri zero. L'Inter rialza i ritmi: da Guarin a Icardi, colpo di testa e palo pieno a Sorrentino battuto. La sfortuna colpisce anche Ranocchia: traversa piena su angolo di Shaqiri. Dai e dai, l'Inter il raddoppio lo trova: percussione di Guarin, spizzata di Palacio e Icardi timbra il 12° gol personale ma non esulta, probabilmente a causa della recente ‘litè con i tifosi a Reggio Emilia. Iachini tenta il tutto per tutto con Belotti per Jajalo, ma in realtà è l'Inter a sfiorare il tris con Icardi (due volte) e Palacio (decisivo Sorrentino) prima che lo stesso Icardi faccia 13 fissi il definitivo 3-0 di testa sull'assist al bacio di Guarin, in serata di grazia. L'Inter rialza la testa, il Palermo torna a casa con qualche interrogativo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: