Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Rc auto: cosa fare per pagare di meno Ecco le soluzioni per ridurre il costo

Dal confronto fra le polizze assicurative alla scatola nera, come risparmiare sulle polizze

Di Danilo De Luca

La crisi si fa sentire, anche sui prezzi delle polizze rc auto. Negli ultimi due anni, secondo le rilevazioni dell'Ania effettuate direttamente tra le compagnie, il costo effettivo pagato dagli automobilisti per assicurare la propria vettura è diminuito di ben il 10%, del 6% solo nel 2014. Un calo che però i consumatori contestano e comunque considerano “una goccia nel mare”, visto che «tra il 1994 e il 2013 l'Rc auto ha subito nel nostro paese rincari astronomici pari al +250%». Certo è che l'Italia non è un Paese all'avanguardia, arenata tra duelli politico-sindacali, incapacità di combattere le truffe e forti differenze territoriali.  

Pubblicità

 

Tuttavia, le soluzioni per abbattere i costi esistono, basta solo conoscerle e sfruttarle al meglio. La prima, la più immediata e, spesso, anche la più efficace, consiste nel porre le assicurazioni auto del settore a confronto approfittando dei servizi proposti da diversi portali, in cui basta una manciata di minuti per avere un quadro della situazione molto più chiaro. Alla fine, è l'informazione a fare la differenza.  

 

RC AUTO: LA FEDELTÀ È FUORI MODA

Dapprima, con il Decreto Bersani-bis convertito in Legge n°40 del 2 aprile 2007, è stato inaugurato il nuovo corso delle liberalizzazioni dei mercati; poi, con la soppressione del tacito rinnovo, nel 2013, è stata definitivamente sancita la libertà, da parte dei guidatori italiani, di scegliere in totale autonomia e senza alcun vincolo burocratico, la compagnia presso cui stipulare la nuova polizza. Le compagnie del settore – e i relativi prodotti – non sono tutte uguali; abbandonate l'idea che “tanto, una vale l'altra”, e mettete a confronto quanti più preventivi vi sia possibile. Il risparmio è anche questione di impegno da parte vostra!  

 

OCCHIO ALLE GARANZIE ACCESSORIE

Partiamo dall'idea che la polizza Rc auto migliore non è automaticamente quella che costa meno. L'ideale è realizzare una sintesi perfetta tra efficacia e risparmio, senza tralasciare l'aspetto della sicurezza. Scegliere le garanzie accessorie più adatte alle proprie abitudini è molto importante ai fini della stipula finale. Se, ad esempio, disponete di un veicolo risalente al secondo dopoguerra, magari potete evitare di stipulare la polizza sul furto, a meno che non temiate i fanatici del vintage. Se la vostra auto è utilizzata anche da altri componenti della famiglia, sarà meglio tutelare anche gli altri conducenti con la garanzia accessoria specifica, mentre la polizza Infortuni del Conducente garantisce tutela e assistenza anche in caso di torto.  

 

LA SCATOLA NERA

Oggi è possibile installare sul proprio veicolo la scatola nera, un dispositivo che monitora gli spostamenti ed è in grado di ricostruire le dinamiche di un eventuale sinistro. Tale apparecchiatura permette alle compagnie di abbattere l'incidenza delle truffe, è inclusa nel prezzo della polizza Rc auto e spinge le compagnie a proporre contratti più vantaggiosi.  

 

LE POLIZZE A CHILOMETRO

Usate l'auto solo di rado o per brevi tragitti? Ci sono le polizze a chilometraggio. È possibile, infatti, stipulare specifiche assicurazioni Rc auto che includano un limite prestabilito di km annuali. Si tratta di soluzioni più economiche e, in caso di superamento del limite, si può sempre chiamare e chiedere di modificare il contratto, anche se è meglio valutare tale possibilità tenendo bene in considerazione i propri reali consumi. Il rischio è di ritrovarsi a pagare ancora di più di quanto si spenderebbe con un contratto standard.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: