Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Rissa e principio d'incendio notte movimentata al “Cantiniere”

Numerose persone coinvolte in una furibonda colluttazione scoppiata in un privé del locale notturno. Intervenute tre ambulanze e i carabinieri: almeno due i feriti, ma solo lievemente

Di Concetto Mannisi

CATANIA - Notte da dimenticare, quella fra domenica e lunedì, per i proprietari del «Cantiniere», ovvero uno dei locali più frequentati del centro storico cittadino, visto che coniuga cucina, dancing e privée, con l'inevitabile mescita di alcolici e superalcolici. Poco dopo le due del mattino, quando la serata era entrata nella sua fase discendente, per motivi che non è stato possibile chiarire è scoppiata una rissa furibonda che ha visto protagonisti più soggetti: testimoni riferiscono del coinvolgimento di numerose persone, una delle quali avrebbe riportato ferite un po' più profonde, tanto da dover essere immediatamente medicate dagli operatori di una delle tre ambulanze fatte confluire verso il locale del viale Libertà. Una giovane è stata raggiunta da una bottiglia “volante” alla testa.   Successivamente sono anche arrivati i carabinieri, competenti in quella fascia oraria per quella zona di territorio: la calma era già stata ristabilita, però, e pare non siano stati adottati provvedimenti.

Pubblicità

 

Ma non è finita qui. Gli stessi militari, in ogni caso, hanno dovuto fare ritorno al «Cantiniere» poche ore dopo. Ciò in seguito ad un principio di incendio provocato da misteriosi attentatori: qualcuno ha versato liquido infiammabile sulla saracinesca ormai abbassata, vi ha lanciato un fiammifero e si è allontanato. Le fiamme si sono spente  da sole e, per fortuna, tutto si è risolto con l'intervento “conoscitivo”  dei vigili del fuoco. Lecite, a questo punto, due domande: avvertimento o attentato mancato? C'è un collegamento con la rissa di qualche ora prima? 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: