Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Il “no” di Orlando ad Almirante Giorgia Meloni: «E' un vigliacco»

Botta e risposta tra la leader di Fdi e il sindaco di Palermo sulla mancata partecipazione di quest'ultimo al convegno per il centenario della nascita del fondatore del Msi, Giorgio Alimirante
Di Redazione

PALERMO - Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha cancellato all'ultimo al sua presenza convegno organizzato per il centenario dalla nascita del fondatore del MSI Giorgio Almirante per non creare polemiche dopo che l'Anpi (l'associazione dei partigiani) aveva stigmatizzato la sua presenza. Ma non c'è riuscito, anzi. Le polemiche ci sono eccome. A sollevarle durante e dopo il suo intervento al convegno è la leader di FdI (Fratelli d'Italia), Giorgia Meloni: «Considero l'atteggiamento di Leoluca Orlando vigliacco - ha detto - e forse dovrebbe ricordarsi che se oggi ci può regalare queste sue perle dallo scranno più alto della città è perché Almirante fece una battaglia per l'elezione diretta dei sindaci».   Giuliana Dè Medici, figlia del fondatore del Msi Giorgio Almirante, a margine del convegno, ha voluto sottolineare la «mancanza di tattica politica di Orlando. Lo ha dimostrato dando il suo assenso alla partecipazione e il suo assenso a far mettere il suo nome nei manifesti e sugli inviti per poi fare marcia indietro. Secondo me è un autogol di quelli incredibili. E comunque non ha senso questa polemica tra fascismo e antifascimo nel 2015».   Anche Francesco Storace, leader de La Destra, attacca Orlando. «Vergognati - scrive Storace su Facebook riferendosi alla rinuncia di Orlando a partecipare al convegno di stamani a Palermo - per l'offesa ad un uomo amato dagli italiani perbene». E allega una immagine di un comizio di Almirante in piazza Politeama, circondato da tantissima gente.   No comment da parte di Orlando che in una nota si limita a dire: «Non commento le inappropriate strumentalizzazioni dell'onorevole Giorgia Meloni».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA