Notizie locali
Pubblicità

Archivio

L'attrice catanese Nicole Grimaudo: «È arrivato il mio momento»

Di Redazione

La prima volta per Nicole Grimaudo. Dopo tanti anni di gavetta e ruoli di secondo piano, l'attrice originaria di Caltagirone (Catania) è finalmente approdata a un ruolo da protagonista nel nuovo film di Silvio Muccino «Le leggi del desiderio», al cinema da febbraio. «In Italia lavorano sempre le stesse attrici, ora è venuto il mio momento», ha detto alla rivista Grazia la bella attrice 34enne. «Ha voluto proprio me - aggiunge - fra tante attrici della mia età, tutte più o meno intercambiabili. Potrei non essere orgogliosa? Sono stata per tanti anni in panchina e finalmente gioco da titolare».   Nel film «Le leggi del desiderio», ha raccontato Nicole, «interpreto un personaggio alla Bridget Jones. Una ragazza ingenua e un po' goffa che ama un uomo sposato. Essendo infelice, si mette nelle mani di un life coach, un “maestro di vita” che piloterà la sua trasformazione da brutto anatroccolo a sex symbol. Molto divertente».   Nicole però confessa che nella vita di tutti i giorni non si sente affatto sexy: «Mai stata una seduttrice. Ho sempre puntato sulla semplicità e i rapporti camerateschi. Gli uomini hanno sempre visto in me una che voleva giocare ad armi pari».   Dieci mesi mesi la Grimaudo ha annunciato su Facebook la nascita di suo figlio Pietro, avuto dal compagno Francesco. Il matrimonio per ora però non è in progetto. «Per il momento Francesco e io abbiamo in programma il battesimo del bambino, poi si vedrà. Ma non c'è bisogno della firma, il nostro legame è già indissolubile. Il mio compagno è un papà molto presente, anche se lavora tanto», ha affermato aggiungendo che «ora è presto per pensare a un altro bambino, ma non riesco a immaginare Pietro come figlio unico».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA