Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Tra le new entry della settimana pellicole per tutti i gusti

In sala arrivano due film musicali, uno storico, una commedia di costume: le recensioni
Di Maria Lombardo

Le new entry della settimana sono per tutti i gusti. Due film musicali, uno storico, una commedia di costume. Chi non li avesse ancora visti, può ancora recuperare “Maraviglioso Boccaccio”, “Birdman” fresco di Oscar, “Automata”.   Black or White di Mike Binder è imperniato sulla questione razziale. Nel cast Octavia Spencer e Kevin Costner, che è anche produttore. Costner è un vedovo che affoga il dolore nell'alcol tra le tante difficoltà nel crescere la nipotina birazziale Eloise (l'esordiente JillianEstell). Gradevole commedia a lieto fine in cui vince l'amore.   Senza Lucio di Mario Sesti è dedicato a Lucio Dalla ed esce per il compleanno del cantutore scomparso. Ritratto poetico, poggia sul racconto di Marco Alemanno, annovera contributi di Piera degli Esposti, Beppe e Toni Servillo, i Marta sui tubi, Beppe D'Onghia, critici e persone anonime. Nel film viene sottolineato anche il rapporto fra l'artista e l'Etna, con la testimonianza di Leonardo Patti.   Nessuno si salva da solo di Sergio Castellitto si ispira ancora ad un romanzo di Margaret Mazzantini. Un amore ai tempi della crisi, un'intimità intrecciata alle difficoltà di mandare avanti una famiglia. Emozione e rabbia, una donna borghese irrequieta e la sana ma inconcludente semplicità di un uomo. Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca interpreti convinti.   The Search di Michel Hazanavicius, regista di “The Artist” si ispira a Odissea tragica (The Search) di Fred Zinnemann. Racconta della seconda guerra in Cecenia e dei destini di quattro persone. Non vale quanto “The artist” ma gli interpreti Bérénice Bejo, Annette Bening e il giovane Maksim Emelyanov fanno centro.   Maraviglioso Boccaccio dei Fratelli Taviani: atmosfera rarefatta e favolistica in una Toscana dal paesaggio incontaminato, cast eccezionale (Kim Rossi Stuart, Riccardo Scamarcio, Kasia Smutniak, Jasmine Trinca, Vittoria Puccini, Michele Riondino, Carolina Crescentini, Flavio Parenti, Lello Arena, Paola Cortellesi). E poi i novellatori. Il film dei Taviani scorre lento e lavora sulla fantasia dello spettatore.   Birdman di Alejandro Gonzalez Inarritu è la storia di un grande attore in crisi, Riggan Thompson, che dopo aver interpretato un supereroe hollywoodiano, non riesce a togliersi (forse neanche vuole) quella maschera di dosso. A Broadway in scena con la pièce “Di cosa parliamo quando parliamo d'amore” è preso in una dinamica interprete-personaggio che coinvolge violentemente gli altri protagonisti. Michael Keaton è superbo. Eccellenti Naomi Watts, Edward Norton e Emma Stone.   Le leggi del desiderio. Commedia sentimentale, la storia del life coach interpretato da Silvio Muccino tornato anche alla macchina da presa. Un'iniziativa mediatica e tre persone selezionate ai casting: ognuno conseguirà i successi desiderati. Gradevole e ben giratoil film è interpretato da Nicole Grimaudo, protagonista, Carla Signoris, Luca Ward e Maurizio Mattioli.   Noi e la Giulia. Edoardo Leo dirige, oltre che interpretare assieme a Luca Argentero, Claudio Amendola e Anna Foglietta una commedia niente male che racconta la crisi. Un venditore di auto, il gestore di una gastronomia, un piazzista televisivo: a tutti le cose vanno male e assieme sognano di cambiare vita. Una comitiva ben azzeccata e divertente.   Automata. Thriller fantascientifico di GabeIbáñez interpretato da Antonio Banderas con l'ex moglie Melanie Griffith e Dylan McDermott, il film racconta la convivenza tra uomini e robot mentre la Terra va verso la graduale desertificazione.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: