Notizie locali
Pubblicità

Archivio

A ciascuno il suo (blog) tra bufale e polpette

Di Ottavio Cappellani

In rete gira una divertente storiella: un ragazzo e una ragazza si incontrano. Lui: “Cosa fai nella vita? “. Lei: “La giornalista, ho un blog. E tu? “. Lui ci pensa, quindi risponde: “Il pilota, ho un motorino”. Adesso Google prova a mettere una pezza a questa fioritura di siti di informazione incontrollate: toglierà dalla cosiddetta indicizzazione (i risultati delle ricerche) i siti e i blog non affidabili, che a caccia di click pubblicano bufale scandalistiche acchiappagonzi. Stessa sorte subiranno i siti che contengono informazioni cosiddette NSFW, “not safe for work”, il corrispondente del nostro “V. M. 18”. Addio quindi alle tartarughe giganti dell'Etna, ai missili nucleari interrati sotto i pub del centro storico, alle interviste della pornostar Valentina Nappi. In rete, dopo la sbornia dell'informazione libera, in alcuni casi situazionista, in altri dilettantesca, torna la voglia di informazioni verificate. Certo, potrebbe anche essere un complotto dei Reptiliani che vogliono il controllo di Internet, ma tant'è. In Sicilia esiste però anche un altro problema: il famigerato “comunicato dell'assessore”, una sorta di belva mitologica dalle mille teste contro il quale hanno ingaggiato lotte storiche i redattori dei quotidiani, tanto che, non è un mistero, parte della classe politica preferisce veicolare le informazioni tramite i blog, o addirittura attraverso le pagine facebook, in cui ogni mostra diventa un “evento”, ogni riapertura di scantinato una “rivoluzione del bello”, ogni concertino una “riappropriazione della città”. Anche la nostra gioventù hipster non scherza: ogni balera è un “dance floor”, ogni mescita di alcol e pizzette un “percorso enogastronomico eco bio a chilometro zero artigianale”, ogni gruppo “indipendente” (indipendente perché non lo vuole nessuno) si autodefinisce “post–rock”, e ogni passadischi diventa un “diggei beat streaming boil minchipop underground”. Riuscirà Google a trovare un algoritmo contro il delirio siculo? Ci sembra difficile, siamo sempre la patria della “polpetta”. Questa rubrica scende in campo. La troverete, oltre che ogni lunedì su carta, il martedì successivo in rete, all'indirizzo blog. lasicilia. it dove potrete commentarla e dove troverete anche contenuti estemporanei. Praticamente un evento rivoluzionario globale ma anche locale, diremmo glocale, un blog glob trip hop uacciuari e awanagana.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: