Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Catania, rapinano tabaccheria ma lasciano le impronte digitali

Arrestate due persone (una è minorenne) per il colpo ad una tabaccheria della periferia che tra denaro, sigarette e “gratta e vinci” aveva fruttato 5 mila euro.

GUARDA IL VIDEO

Di Redazione

Sono un ventiduenne e un diciassettenne gli autori della rapina in una tabaccheria di Catania che lo scorso 20 gennaio aveva fruttato 5 mila euro. In manette è finito Sebastiano Barbagallo, pregiudicato e già detenuto per altra causa e il17enne. I provvedimenti sono stati firmati dal gip del Tribunale di e dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Catania. Sono accusati, insieme ad un'altra persona non ancoraidentificata, di rapina aggravata dall'uso delle armi. I tre avevano fatto irruzione con il volto travisato da passamontagna ed armati di pistola all'interno della tabaccheria della periferie di Catania e con la minaccia delle pistole, anche verso i clienti, avevano scavalcato il bancone e rubato soldi, “Gratta e Vinci”, sigarette ed abbonamenti per un valore di 5 milaeuro. Le indagini sono state condotte dalla squadra anti rapine della Questura di Catania insieme al personale del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica. I rapinatori sono stati traditi dalle impronte lasciate sul bancone.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA