Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Stabile, l'appello “forte, forte forte” per salvare il teatro catanese

Dalle Regione niente fondi, lavoratori da tre mesi senza stipendio GUARDA IL VIDEO

Di Ombretta Grasso

CATANIA - Teatri siciliani in difficoltà. La Regione è in ritardo sull'erogazione dei fondi e il futuro promette nuove decurtazioni. L'industria culturale siciliana - dal Teatro Massimo Bellini all'Orchestra sinfonica siciliana - sembra soprattutto una corsa per la sopravvivenza. Al Teatro Stabile di Catania da tre mesi i lavoratori sono senza stipendio perché la Regione non ha erogato i finanziameni per 575 mila euro e ai successi in palcoscenico, con tournée di successo e nuovi impegni all'estero, fa da contraltare la difficoltà di programmare senza una certezza di fondi. I vertici dell'ente catanese ieri hanno lanciato «un appello forte forte forte - come ha detto il presidente dello Stabile, Nino Milazzo - alle istituzioni, alla politica, ai soci, alla città e soprattutto alla deputazione catanese alla Regione affinché vigili sulla nostra situazione, sui tagli discriminanti che lo Stabile non merita e perché ci sostenga in uno sforzo per salvare il Teatro».

Pubblicità

video di Davide Anastasi

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA