Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Palermo, Dybala si gasa per il ct in tribuna ma è Chocev a stendere il Genoa

Il “Tata” Martino a Barbera per visionare il talento argentino dei rosanero

Di Redazione

PALERMO - Un buon primo tempo, con la doppietta del bulgaro Chochev e Dybala gasato dalla presenza in tribuna del ct dell'Argentina “Tata” Martino, basta al Palermo per battere un Genoa troppo rinunciatario nei primi 45'. La rete di Iago Falque all'inizio della ripresa cambia l'inerzia del match che però gli uomini di Gasperini non riescono a raddrizzare. Funziona, quindi, l'assalto iniziale del Palermo, che vuole tornare alla vittoria che manca in casa da oltre due mesi (3-1 contro il Napoli il 14 febbraio). Il pressing a centrocampo dà i suoi frutti e dopo appena 9' i rosanero si trovano in vantaggio con Chochev. Rispoli percorre tutta la fascia di sua competenza, la destra, per intercettare il lancio da centrocampo. Pronto il tiro a incrociare respinto da Lamanna, che nulla può sul tap-in dell'accorrente Chochev.  

Pubblicità

 

Gli uomini di Gasperini, ex del match, non riescono a trovare le contromisure e subiscono le rapide ripartenze di Dybala e compagni. Al 25' proprio il bomber argentino si beve Izzo, ma sbaglia il passaggio verso il centro dell'area. Conclusione, potente ma alta, di Vazquez sulla ribattuta della difesa. Il raddoppio è nell'aria e arriva al 30'. L'imprendibile Dybala gestisce la palla all'altezza del limite dell'area genoana e serve Chochev. Il bulgaro, in scivolata, trafigge Lamanna che riesce solo a sfiorare. È Perotti a prendersi sulle spalle la squadra. L'argentino cerca di emulare il connazionale Dybala e sfiora la rete al 35', conclusione di poco al lato.  

 

Nella ripresa Gasperini inserisce Laxalt per uno spaesato Mandragora. Il Genoa prova subito a riaprire la partita ma Iago Falque, al 3', tira malamente fuori da ottima posizione. Lo spagnolo si rifà al 7' sfruttando l'imbucata di Edenilson che lo trova sul filo del fuorigioco. Da pochi metri, Iago Falque non sbaglia. Il Genoa ci crede, il Palermo si chiude. È il solito Dybala a cambiare gli equilibri in campo e a far tornare alto il morale di squadra e pubblico. Fantastico il suo tiro al 19', sinistro a giro potente e preciso, che si infrange però sulla traversa. Lazaar, sul rimpallo, non trova la porta. La partita si mantiene viva fino all'ultimo con azioni da una parte e dall'altra, ma Dybala e Pavoletti non riescono a concretizzarle. Gasperini, molto nervoso, viene espulso nel finale per proteste.  

 

Il Palermo mette in cassaforte la salvezza, mentre si complicano i sogni di qualificazione in Europa per il Genoa.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA