Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Stabile, l'appello “forte, forte forte” per salvare il teatro catanese

Dalle Regione niente fondi, lavoratori da 3 mesi senza stipendio GUARDA IL VIDEO
Di Ombretta Grasso

CATANIA - Teatri siciliani in difficoltà. La Regione è in ritardo sull'erogazione dei fondi e il futuro promette nuove decurtazioni. L'industria culturale siciliana - dal Teatro Massimo Bellini all'Orchestra sinfonica siciliana - sembra soprattutto una corsa per la sopravvivenza. Al Teatro Stabile di Catania da tre mesi i lavoratori sono senza stipendio perché la Regione non ha erogato i finanziameni per 575 mila euro e ai successi in palcoscenico, con tournée di successo e nuovi impegni all'estero, fa da contraltare la difficoltà di programmare senza una certezza di fondi. I vertici dell'ente catanese ieri hanno lanciato «un appello forte forte forte - come ha detto il presidente dello Stabile, Nino Milazzo - alle istituzioni, alla politica, ai soci, alla città e soprattutto alla deputazione catanese alla Regione affinché vigili sulla nostra situazione, sui tagli discriminanti che lo Stabile non merita e perché ci sostenga in uno sforzo per salvare il Teatro».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA