Notizie locali
Pubblicità

Archivio

A Noto una stagione teatrale al quadrato

Il Teatro Tina Di Lorenzo punta in alto con 4 cartelloni diversi, pensati per attrarre un pubblico trasversale, con ben 24 titoli

Di Ottavio Gintoli

Michele Placido, Leo Gullotta e Giuseppe Zeno, ma anche Giovanni Calcagno, il Teatro delle Albe di Marco Martinelli e Nicola Alberto Orofino. E’ lungo l’elenco degli attori e dei registi che si alterneranno sul palcoscenico del teatro Tina Di Lorenzo di Noto, dove quest’anno l’omonima fondazione che ne gestisce le sorti ha deciso di strafare, allestendo 4 cartelloni diversi per un totale di 24 titoli. Una scelta coraggiosa, condivisa dal presidente della fondazione Corrado Bonfanti, sindaco di Noto, il quale ha affidato l’organizzazione al direttore generale Urbano Pannuzzo e la direzione artistica al sovrintendente Salvo Tringali. Così accanto al cartellone principale, quello che una volta si chiama “Grandi Classici” e che adesso è diventato "Palco Centrale/ Non solo Classici", sono stati riconfermati e rinforzati i cartelloni "Esplora-Palcoscenico contemporaneo" e "Teatro ragazzi". A questi 3 è stato aggiunto il "Cartellone 70/30", l’esperimento degli esperimenti: la fondazione mette a disposizione teatro e palcoscenico trattenendo per sé il 30% degli incassi, mentre il 70% andrà alle compagnie che accetteranno la sfida (6 in totale).

Pubblicità

Leo Gullotta

Leo Gullotta in Minnazza


«Abbiamo voluto mantenere gli equilibri - spiega il sovrintendente Salvo Tringali - con un cartellone principale che richiama drammaturgia, commedia e operetta. Ma abbiamo puntato sull’alternanza, prevedendo spettacoli contemporanei e dando una certa importanza al territorio: il Cartellone 70/30 coinvolge compagnie e registi che arrivano da tutto il Val di Noto».
Ce n’è per tutti i gusti. Questa la prima, superficiale ma comunque azzeccatissima, impressione che si ha nel leggere i 4 cartelloni. Michele Placido e Sei personaggi in cerca d’autore apriranno la stagione teatrale il 31 ottobre. E’ anche il primo spettacolo del cartellone Palco Centrale/Non solo Classici che poi prosegue con Minnazza di Leo Gullotta (7 novembre) e Geppetto e Geppetto di Tindaro Granata (11 novembre). Sotto Natale, il 21 dicembre, si ride con Natale in casa Cupiello ed Enrico Guarneri mentre il 2018 riparte con Il giuramento di Claudio Fava, per la regia di Ninni Bruschetta e David Coco sul palcoscenico (17 gennaio) e Il Sorpasso di Dino Risi, per la regia di Guglielmo Ferro e con Giuseppe Zeno protagonista (22 gennaio). Poi andrà in scena Ti parlerò d’Amor di Emanuele Puglia (17 febbraio), l’operetta Madamina, il catalogo è questo (9 marzo) e chiuderà Amore ai tempi del colera con Laura Marinoni (21 aprile).

Giovanni Calcagno

Giovanni Calcagno in U princupuzzu nicu


Il cartellone Esplora-Palcoscenico Contemporaneo prevede 3 titoli: Immacolata Concezione di Joele Anastasi (12 gennaio), Il nostro amore schifo di Andrea Tommaselli (2 febbraio) e Maryam di Marco Martinelli (17 marzo). Sono 6, invece, i titoli del cartellone Teatro Ragazzi: Malanova il 18 dicembre, Golden He il 27 gennaio, il musical Hook ritorno all’isola che non c’è il 5 e il 6 febbraio, U Principuzzo nico il 26 febbraio, Frozen, la regina delle nevi il 6 aprile e Non scuola - Eresia della felicità dal 12 al 16 marzo durante Volalibro. Sei titoli pure per il Cartellone 70/30. Ovvero La Famigli M. (9 dicembre), Di Concetta e le sue donne (4 gennaio), Medea a Majara (1 marzo), Mirandolina (31 marzo), Capricci del ‘900 (13 aprile) e Mal Bianco (27 aprile).
ottaviogintoli@gmail.com

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA