home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Caltanissetta, addio ai cassonetti in centro

Nella cosiddetta "zona A" vigerà soltanto la raccolta "porta a porta" dei rifiuti. Multe pesanti per chi abbandona i sacchetti in strada

Caltanissetta, addio ai cassonetti in centro

Caltanissetta - Martedì prossimo saranno rimossi nella “zona A” di Caltanissetta i cassonetti dei rifiuti la cui raccolta sarà effettuata esclusivamente con il servizio “porta a porta”. Per cui i sacchetti con la spazzatura non potranno essere più depositati nei cassonetti, ma bisognerà necessariamente deporli davanti casa la mattina prima delle ore 6 e saranno poi prelevati dal personale di CL.Ambiente.

Gli abitanti della “zona A” sono stati già avvertiti con l’apposizione di avvisi nei cassonetti e non riceveranno altre comunicazioni. Ma su 15.000 inviti effettuati precedentemente per ritirare negli appositi centri di distribuzione i sacchetti per i rifiuti e i secchielli per la differenziata, soltanto circa 4.500 utenti l’hanno fatto; gli altri no. Per cui c’è da chiedersi cosa succederà. Potrebbe anche accadere che alcuni andranno a depositare i rifiuti nelle altre zone della città dove il servizio “porta a porta” non è stato ancora avviato e i cassonetti vengono mantenuti, oppure che depositino i sacchetti con i rifiuti per terra là dove c’erano prima i cassonetti. Ma dovranno stare attenti perché ci saranno i vigili a controllare e ad elevare multe che saranno piuttosto salate.

Avverrà così perché è un passaggio ritenuto necessario per migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti e per aumentare la differenziata che ha già fatto passi in avanti ma che dovrà raggiungere il 35% alla fine del prossimo mese di maggio. «Quando ci siamo insediati – ha detto il sindaco Giovanni Ruvolo nel corso della conferenza stampa tenuta ieri al Comune – la raccolta differenziata era al 6%, ora è del 20%. Questo ci ha consentito di non aumentare la Tari per l’anno in corso, ma bisogna fare ancora meglio per pagare di meno».

Per l’assessore ai rifiuti Maria Grazia Riggi «l’evento della prossima settimana - ha detto – è epocale e culturale», ed ha aggiunto che «bisogna ora cambiare stile di vita per rendere più decorosa la città». E ha parlato delle iniziative già avviate per aumentare la differenziata e delle campagne di sensibilizzazione e di comunicazione già effettuate, ma anche dei risultati che si sono avuti anche nei mercati generali e al dettaglio. Ha parlato delle isole ecologiche mobili già istituite e della possibilità di istituire centri di raccolta della differenziata in tutte le parrocchie.

C’è intanto da risolvere il problema della raccolta differenziata nei condomini ai quali sono stati già consegnati “carrellati”, ossia grossi e capienti contenitori che non si sa dove sistemare e chi deve provvedere a uscirli e ad entrarli nei palazzi. Ma sono in corso incontri con gli amministratori dei condomini per trovare soluzioni.

Il dirigente del servizio di nettezza urbana Giuseppe Dell’Utri ha insistito perché sia aumentata la campagna di sensibilizzazione nelle scuole nelle quali sarà presto effettuato un concorso fotografico con una bicicletta elettrica in premio. Mentre il comandante dei vigili urbani Diego Peruga ha illustrato i controlli disposti e ha comunicato che saranno presto installate altre 2 videocamere fisse nelle zone dove i depositi e gli accumuli di rifiuti avvengono frequentemente e una videocamera mobile da spostare dove sarà necessario. L’assessore Felice Dierna ha parlato dei servizi di controllo già predisposti per punire chi non si adegua al nuovo corso.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa