home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Truffa sul bonus cultura a Caltanissetta: con l'incentivo i 18enni compravano telefonini

Sequestrati 300 mila euro a una società che aveva venduto 700 pezzi tra telefonini, tablet e computer: ma il bonus serve per cinema, musei, teatri e libri

Truffa sul bonus cultura a Caltanissetta: con l'incentivo i 18enni compravano telefonini

CALTANISSETTA - Telefonini e tablet acquistati grazie al "bonus cultura" per i giovani a Caltanissetta. Uno stratagema che è costato un sequestro preventivo per 300 mila euro - operato dalla Guardia di finanza nissena - a una società di vendita al dettaglio di apparecchi elettronici, nell’ambito di un’indagine che riguarda l’utilizzo dell'incentivo riservato ai neo diciottenni.
Circa 700 diciottenni avevano acquistato dal rivenditore nisseno personal computer, tablet e smartphone, in luogo dei beni e dei servizi consentiti dalla normativa quali, ad esempio, abbonamenti a cinema, musei, teatri, libri, iscrizione a corsi di musica e lingue straniere.

La documentazione acquisita ha permesso di appurare la fittizia descrizione dei beni venduti nelle fatture elettroniche trasmesse al Ministero da parte dell’imprenditore nisseno e di constatare l’assenza, dall’esame della contabilità dell’impresa, degli acquisti merceologici indicati nei voucher, consentendo agli utenti il loro indebito utilizzo .

Il titolare del negozio è accusato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, in concorso con la moglie.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa