Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Riconversione Gela, firmato accordo al Mise: ecco cosa prevede

Di Redazione

ROMA - Firmato oggi a Roma, nella sede del ministero dello Sviluppo economico, l’accordo di programma per l'attuazione del "Progetto di riconversione e riqualificazione industriale" (Prri) dell’area di crisi industriale complessa di Gela, in provincia di Caltanissetta. L’accordo, che è stato siglato dal ministro e vicepremier Luigi Di Maio e dall’assessore per le Attività produttive Mimmo Turano in rappresentanza della Regione siciliana, vede impegnati i ministeri dello Sviluppo economico, dell’Ambiente e delle Infrastrutture, l’Anpal, insieme alla Regione, al Libero consorzio di Caltanissetta e il Comune di Gela. Prevede interventi per la promozione di iniziative imprenditoriali in grado di sostenere l’economia locale e tracciare traiettorie di sviluppo sostenibile e un’azione di promozione di servizi e misure di politica attiva finalizzata alla riqualificazione e al reimpiego dei lavoratori del bacino. 

Pubblicità

Consistente l’impegno finanziario che ammonta complessivamente a 25 milioni di euro, di cui 15 milioni stanziati dal Mise e 10 milioni dalla Regione siciliana. Alle aree di crisi di Venezia e Frosinone, per cui erano presenti i presidenti Zaia e Zingaretti, sono stati destinati rispettivamente 20 e 10 milioni.


"La firma di questo accordo - ha commentato l’assessore Turano - era una delle priorità che ci eravamo dati con il presidente Musumeci all’indomani del nostro insediamento. Si tratta di un traguardo molto importante che è stato possibile raggiungere in tempi brevissimi grazie alla collaborazione virtuosa tra le istituzioni locali e il Mise. Adesso è fondamentale un lavoro di squadra con le imprese che saranno le vere protagoniste di questo piano ambizioso di riqualificazione e rilancio di Gela". L’esponente della giunta Musumeci ha anche concordato con Invitalia e il Comune di Gela l'apertura di uno sportello informativo. "E' fondamentale che sul programma di riconversione e riqualificazione industriale ci sia la massima informazione e trasparenza".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: