Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Gela, le nuove opportunità imprenditoriali in 23 comuni dell'area di crisi complessa

Di Maria Concetta Goldini

GELA (CALTANISSETTA). Un'importante opportunità per chi vuole investire beneficiando di consistenti agevolazioni. Gli incentivi della legge 181 disponibili per il rilancio dell'area di crisi di Gela sono al centro di un workshop che si tiene giovedì 14 marzo alle 10 presso la Pinacoteca del Comune in viale Mediterraneo. Alla presenza del commissario del Comune Rosario Arena, gli esperti di Invitalia descriveranno i finanziamenti e le modalità di presentazione delle domande. Al termine del workshop informativo gli Analyst dell'Agenzia saranno disponibili ad incontri one- to - one con gli imprenditori che hanno un concreto piano di sviluppo. Si può prenotare fino ad oggi scrivendo a rilanciogela@invitalia.it e indicando #Rilanciogela-Gela 14 marzo.

Pubblicità

L'area di crisi complessa di Gela è stata riconosciuta con decreto ministeriale del 20 maggio 2015 mentre la sua perimetrazione approvata dalla Regione il 17 giugno del 2016 coincide con i territori dei Comuni di Gela, Niscemi, Mazzarino, San Cono, Acate, Vittoria, Caltagirone, Mirabella Imbaccari, San Michele di Ganzaria, Butera, Riesi, Caltanissetta, Delia, Marianopoli, Montedoro, San Cataldo, Santa Caterina Villarmosa, Serradifalco, Sommatino, Aidone, Barrafranca, Piazza Armerina, Pietraperzia. Si tratta 23 Comuni di 4 province diverse Caltanissetta, Enna, Ragusa e Catania. Ed è in questi territori che debbono essere localizzate le muove attività da realizzare. Il 23 ottobre del 2018 al Ministero dello sviluppo economico è stato siglato l'Accordo di programma sull’area di crisi.

C’è una dotazione di 25 milioni di euro per finanziare progetti di nuove attività imprenditoriali non inferiori a 1 milione e mezzo di euro. Invitalia ha pubblicato il bando ed i termini per presentare le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 15 marzo 2019 e sino alle ore 12 del 14 maggio 2019. Nel workshop di giovedì saranno spiegati i vantaggi della misura e i requisiti per accedere. «La legge 181/89 - dice il dirigente dello sviluppo economico del Comune di Gela, arch. Tonino Collura - è l'incentivo per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale e di settore. Finanzia iniziative imprenditoriali per rivitalizzare il sistema economico locale e creare nuovi posti di lavoro attraverso la realizzazione di nuove unità produttive e progetti di ampliamento di attività esistenti».

Chi vuole investire nell'area di crisi con un progetto che ha una spesa non inferiore a 1,5 mln di euro godrà di agevolazioni finanziarie che possono coprire fino al 75% dell'investimento ammissibile e il 25% di risorse proprie o con mutuo esterno ma senza sostegno pubblico.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA