Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Mazzarino si riprende il primato: è di 1.004 metri il torrone più lungo del mondo

Di Paolo Bognanni

Mazzarino (Caltanissetta) - Guinnes dei Primati: Mazzarino fa il bis e si riprende il primato del torrone più lungo al mondo con i suoi 1.004 metri di lunghezza misurati ieri sera dal cerimoniere Maestro del Lavoro Michele Tedesco alla presenza del giudice inglese Sherman.

Pubblicità

La città, dunque riesce superare il record di Mazara del Vallo che nel 2016 aveva “sfornato” un torrone lungo 789,30 metri, strappando a Mazzarino il suo precedente primato (del 23 settembre 2011, con 695 metri, ottenuto nell'ambito della festa patronale della Madonna del Mazzaro, su iniziativa del compianto vicario foraneo don Carmelo Bilardo). Il tradizionale torrone mazzarinese realizzato con le tipiche mandorle note nel gergo locale come “ciancianedde d'oru”, provenienti da un territorio che presenta la vocazione a tale coltura, è stato il protagonista indiscusso di una grande sfida che ha mobilitato un centinaio di torronari. Promotore e sponsor unico della gara è stato l'imprenditore mazzarinese Totò Bongiovanni (amministratore unico della Bongiovanni Srl, azienda leader nel settore della mandorlicoltura) insieme ad un'ampia partneship (Comune di Mazzarino con il sindaco Vincenzo Marino, Confesercenti di Caltanissetta con Rocco Pardo, Pro Loco di Mazzarino con il presidente Filippo Bonifacio, tutte le confraternite e comitati religiosi cittadini, banda musicale “Madonna del Mazzaro” - don Carmelo Bilardo, associazioni di volontariato Croce Rossa, Mazzarino Soccorso e Fidas).

Tutto il corso principale di Mazzarino, da piazza “Santa Maria di Gesù” alla basilica “Madonna del Mazzaro”, è stato ieri “un rinascimento di profumi, odori, colori, e genuinità” come lo ha definito la filologa, scrittrice e critica letteraria Silvana Grasso, madrina dell'evento. Un mare di gente è arrivata da varie parti della Sicilia per ammirare e gustare un po' di questa leccornia mazzarinese. Più di venti le postazioni che hanno dato vita al grande cantiere dolciario dove gli abili “turrunari” (circa un centinaio) per ore hanno modellato quintali di mandorle e zucchero per la vincente miscela. Tra di loro, come nel 2011 presenti per la grande sfida della kermesse settembrina, capitanati dal Cavaliere della Repubblica Lillo De Fraia, della Duciezio di Caltanissetta, le famiglie di torronari Nitro di Caltanissetta e Li Calsi. Presenti pure i maestri della Ristoworld Italia di Catania, l'Associazione provinciale Cuochi di Caltanissetta, chef, fornai e pasticceri mazzarinesi tra cui Vincenzo Cinardo, Salvatore Terranova, Luca Pitino, Luigi Catrini e Paolo Alessi. Tutti con un solo obiettivo: superare il chilometro di dolce e riacciuffare l'ambito record. L’azienda Bongiovanni ha messo a disposizione ben 3000 chilogrammi di mandorle mazzarinesi delle migliori qualità, come “Tuono”, “Ferragnes”, “Gengo”, “Vinciatutti” e “Persichina”. Circa 2000 chilogrammi è stato invece lo zucchero utilizzato per la miscela.

«Sono felice che la nostra Mazzarino torna a ottenere il primato del torrone più lungo del mondo - dichiara l'imprenditore Totò Bongiovanni - oltre un chilometro di dolce che rappresenta la nostra tradizione, la nostra terra, la nostra cultura. Tutto preparato con le nostre mandorle. E parliamo della mandorla di Mazzarino che merita certamente un evento importante come questo perché essa venga promossa e valorizzata in tutto il mondo».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: