Notizie locali
Pubblicità
San Giovanni la Punta, ruba i soldi del distributore e poi investe i carabinieri

Caltanissetta

Depredavano appartamenti, undici indagati tra San Cataldo e Caltanissetta

Di Redazione

CALTANISSETTA - Arresti domiciliari ed obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per 11 giovani di San Cataldo che in quattro anni avrebbero compiuto una quarantina di furti nelle abitazioni dei due comuni.

Pubblicità

L'indagine, condotta dai carabinieri della sezione operativa del Nor di Caltanissetta e dalla Tenenza di San Cataldo, è stata coordinata dal pubblico ministero che ha chiesto l'ordinanza di custodia cautelare per gli undici indagati che farebbero parte di una organizzazione dedita ai furti in abitazione. 

L'operazione di oggi, denominata "Kitt 2" esita una complessa attività investigativa iniziata cinque anni fa e nel marzo del 2017 con il blitz "Kitt" erano già stati arrestati sette giovani dediti ai furti. 

Sono stati scoperti numerosi furti in abitazione perpetrati nel territorio del Comune di San Cataldo dall’anno 2015 all’anno 2019 (complessivamente circa 40), consentendo di recuperare e restituire ai legittimi proprietari gli oggetti trafugati nell’occasione (monili in oro – televisori – consolle per video giochi – attrezzi da lavoro).

Gli arrestati avevano a disposizione il garage dell’abitazione di uno degli appartenenti, all’interno del quale ricoveravano gli oggetti trafugati dalle abitazioni svaligiate (quasi tutte in aree periferiche del centro abitato di San Cataldo e seconde abitazioni estive).

Nel contesto dell’esecuzione dell’Ordinanza, i militari hanno eseguito perquisizioni presso le abitazioni degli indagati trovando parte della refurtiva consegnata ai proprietari. 

L’operazione è stata condotta con l’impiego di 100 militari del Comando Provinciale di Caltanissetta, con l’ausilio anche di unità cinofile.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: