Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus, convivenze difficili in casa:un uomo accoltellato dal fratello

Caltanissetta

Coronavirus, convivenze difficili in casa: un uomo accoltellato dal fratello a Gela

Di Redazione

GELA (CALTANISSETTA) - Convivenze difficili ai tempi della quarantena per il coronavirus ed un uomo di 34 anni è stato accoltellato dal fratello al culmine di una violenta lite tra le pareti domestiche. Entrambi si trovavano agli arresti domiciliari nella stessa abitazione.

Pubblicità

E’ accaduto a Gela, in provincia di Caltanissetta. In carcere per tentato omicidio è finito Alberto Drogo, di 35 anni. Ad arrestarlo sono stati gli agenti della polizia di Stato, giunti presso la casa dei due in seguito ad una segnalazione. L’uomo, alla vista dei poliziotti, ha consegnato loro il coltello, con cui poco prima aveva ferito il fratello maggiore Raimondo, di 43 anni. Quest’ultimo è stato trasportato dal 118 all’ospedale di Gela e sottoposto a intervento chirurgico.

La violenta lite sarebbe scaturita per futili motivi. Entrambi i fratelli si trovavano sottoposti agli arresti domiciliari nella stessa abitazione: Alberto, poichè arrestato per droga; Raimondo per furto in concorso. L'arrestato, che ha riportato lievi ferite, è stato accompagnato nel carcere di Gela.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: