Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Caltanissetta, maggiori controlli a Pasquetta: sindaci segnalano i luoghi delle scampagnate

Di Redazione

CALTANISSETTA - Pianificate nei giorni scorsi le misure straordinarie di controllo del territorio in occasione delle prossime giornate di Pasqua e di Pasquetta.

Pubblicità

Nel corso della web conference con i vertici provinciali delle Forze di Polizia si è stabilito di intensificare al massimo i servizi di vigilanza e di  controllo lungo  tutte le possibili aree tradizionalmente ritrovo per passeggiate o per gite fuori porta e lungo le direttrici che portano al mare soprattutto per evitare che i cittadini possano recarsi presso seconde case. I controlli saranno effettuati con l’ausilio della Polizia Stradale, di pattuglie dell’Esercito e del Corpo Forestale Regionale e, in proposito, il Prefetto ha chiesto ai Sindaci di far conoscere i luoghi di tradizionale ritrovo per gite fuori porta al fine di poter incrementare la vigilanza.  E’ stato richiesto anche l’intervento di  un elicottero che potrà consentire un controllo più capillare e rapido delle varie aree del territorio provinciale.

Fino ad oggi i controlli effettuati dalle Forze dell’Ordine hanno riguardato 21076 persone, di cui 432 sanzionati per violazione delle norme di contenimento, 790 denunciati per violazione dell’art. 650 c.p., 6 denunciati per inosservanza del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione durante il regime di quarantena ed 1 denunciata perché avrebbe reso falsa attestazione o dichiarazione a pubblico ufficiale/false dichiarazioni sulla identità o su qualità personali proprie o di altri.

Sono 14420 gli esercizi commerciali controllati rispetto ai quali 11 titolari sono stati sanzionati, 2 titolari denunciati per violazione dell’art. 650 c.p., sono state elevate 31 sanzioni amministrative ed 1 esercizio commerciale è stato sospeso.

Ancora una volta il Prefetto Cosima Di Stani raccomanda a tutti i cittadini che gli spostamenti consentiti sono solo quelli limitati ai casi specifici previsti dalla normativa vigente, nazionale e regionale (motivi di lavoro, di salute, casi di assoluta necessità) e che è assolutamente vietato allontanarsi dalla propria abitazione da parte di coloro che sono stati posti in quarantena.

Nel rispetto della normativa nazionale e regionale rimangono interdetti alla fruizione i parchi, le aree gioco, le ville, i boschi, i giardini e ogni altro spazio pubblico ed il controllo sul rispetto dei divieti per tali aree è affidato al Corpo Forestale.

Permane il divieto di gite fuori porta, di spostamento nelle seconde case e verso luoghi di villeggiatura.

"Restare a casa - ha detto il Prefetto - deve essere per tutti un imperativo categorico: la responsabilità - individuale e collettiva - è la parola chiave per il superamento di questo delicato momento e ciascuno di noi deve osservare rigorosamente le prescrizioni e le misure imposte. Tanto più saremo scrupolosi, tanto prima potremo uscire da questa complessa situazione".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: