Notizie locali
Pubblicità
Centenario del partigiano Riggicombattente di San Cataldo

Caltanissetta

Centenario del partigiano Riggi combattente di San Cataldo

Di Redazione

SAN CATALDO (CALTANISSETTA) - Il partigiano Giuseppe Riggi oggi compie 100 anni e riceve gli auguri dell’Anpi. Nato a San Cataldo (Cl) il 19 novembre 1920, Riggi venne arruolato a vent'anni nel Regio esercito e poi partì per la drammatica campagna di Russia, che lo segnerà per tutta la vita e gli farà maturare al suo ritorno in Italia, l’adesione alle formazioni partigiane nelle squadre operanti nel territorio tra Lodi e Cremona.
Dopo l’8 settembre 1943 - dice l’Anpi - inizia attivamente le operazioni di contrasto alle forze nazifasciste nell’ambito della guerra di liberazione italiana con il nome di battaglia "Ricciardi». Il 30 aprile 1945 da Milano il partigiano è partito a piedi per attraversare l’Italia e tornare in Sicilia.
Riggi ha lavorato come contadino, partecipando alle attività sindacali, diventando uno tra i fondatori della Camera del Lavoro di San Cataldo. Tanti negli anni i riconoscimenti di cui è stato insignito: «Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana», diploma d’Onore di «Combattente per la Libertà d’Italia 1943-1945» con il riconoscimento di «Partigiano Combattente» e la «Medaglia della Liberazione» in occasione del 70simo anniversario della guerra di Liberazione e della Resistenza.
«Un secolo intero dalla parte giusta della storia, da comunista e da antifascista - dice Giuseppe Cammarata, presidente del Comitato Provinciale di Caltanissetta dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia - in difesa del diritto più grande, di cui noi tutti siamo eredi: la libertà. Se oggi viviamo in un Paese democratico e libero, lo dobbiamo a questi eroi che hanno lottato ai tempi e invogliano noi e le future generazioni a resistere per le stesse battaglie».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: