Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Nina Zilli, soul urbano/tropicale

Nina Zilli è pronta a scaldare con la sua voce soul il pubblico siciliano con il suo "Modern Art Tour", che la porterà il 30 novembre al Teatro Vittorio Emanuele di Messina e il 2 dicembre al Land di Catania per promuovere il suo ultimo album "Modern Art"

Di Redazione Vivere

Nina Zilli è pronta a scaldare con la sua voce soul il pubblico siciliano con il suo "Modern Art Tour", che porterà la cantante piacentina il 30 novembre al teatro Vittorio Emanuele di Messina e il 2 dicembre al Land di Catania per promuovere il suo ultimo album "Modern Art", quarto album in studio pubblicato il primo settembre. La cantautrice piacentina ha definito l’opera un progetto "urbano/tropicale": scritto tra Milano e la Giamaica, il disco è un concentrato di energia e positività, in cui reggae, rap e sonorità urban ben si amalgamano con la sua voce particolare. Gli undici brani che compongono la tracklist sono stati scritti da Nina Zilli con altri giovani autori: tra le tracce dell’album, c’è anche "Mi hai fatto fare tardi", singolo nato dalla collaborazione con Calcutta, Dario Faini e Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti, che ha scalato le classifiche nazionali.

Pubblicità

Nina Zilli ha firmato il suo primo contratto discografico nel 2009, facendosi conoscere con il singolo "50 mila", incluso nella colonna sonora del film "Mine Vaganti". Nel 2010 ha presentato al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con il brano "L’uomo che amava le donne", con cui ha conquistato il premio della critica Mia Martini e il Premio Sala Stampa Radio Tv. Il brano anticipava l’uscita del suo primo album "Sempre lontano", a cui sono seguiti "L’amore è femmina" (2012); "Frasi e fumo" (2015) e "Modern Art" (2017). All’attività in campo musicale, Nina Zilli ha affiancato quella televisiva: dal 2015 è infatti nella giuria del programma Italia’s got talent, in onda su SkyUno.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA