Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania, carabinieri si fingono tecnici dell'Enel e fanno irruzione nella casa market della droga

Di Redazione

Carabinieri si fingono tecnici dell’Enel per eludere il controllo della videosorveglianza e hanno fatto irruzione in un’abitazione di via del Purgatorio a Catania. Qui i militari della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato in flagrante il 23enne Filippo Fazio ed il 33enne Salvatore Andrea Fazio, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti nonché detenzione illegale di munizionamento.

Pubblicità

L’attività info-investigativa ieri pomeriggio ha condotto gli uomini del Nucleo Operativo nei pressi dell’abitazione. Per eludere la telecamera a circuito chiuso posta a protezione del portone d’ingresso, due militari si sono presentati al citofono come tecnici dell’Enel. Appena aperto, i Carabinieri hanno fato scattare l’irruzione con conseguente perquisizione dell’abitazione che ha consentito di rinvenire e sequestrare oltre mezzo chilo di “marijuana”, ancora da lavorare e dosare, 6 piante di marijuana dell’altezza media di 150 cm, 2 bilance elettroniche di precisione, del materiale comunemente utilizzato per il confezionamento delle dosi; 2 macchinette per sigillare lo stupefacente, 82 cartucce cal. 16, 6 centraline elettroniche di varie marche, utilizzate per i furti d’auto, una telecamera collegata ad un monitor interno per il controllo dell’accesso principale dell’abitazione. Gli arrestati, in attesa del rito per direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: