home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

L'aeroporto di Catania “sfonda” il muro dei 9 milioni di passeggeri

I numeri forniti da Sac, lo scalo etneo si conferma il principale del Mezzogiorno

L'aeroporto di Catania “sfonda” il muro dei 9 milioni di passeggeri

Anno record per l’aeroporto di Fontanarossa di Catania che ha chiuso il 2017 con 9.120.913 con una crescita, rispetto al 2016, del : 15,25%. Solo a dicembre sono stati registrati 614.537 transiti (+5,18). I dati sono stati forniti dall'Ufficio Traffico SAC dove si evince anche che vi sia stata una sensibile crescita dei voli internazionali con 2.925.385 milioni di passeggeri (+18,41%), ripartiti in oltre 2,7 milioni da/per paesi dell'Ue e 216.396 da paesi extra Ue (e comunque con +36,78 rispetto al 2016). I passeggeri dei voli nazionali sono stati 6.184.360 transiti (+13,87%).

"L'Aeroporto di Catania archivia il 2017 come un anno dalle grandi performance – hanno detto Daniela Baglieri e Nico Torrisi, Presidente e Ad di SAC - non solo in termini di flussi di traffico, ma anche per gli straordinari risultati ottenuti in alcuni servizi primari ai passeggeri, come i controlli ai varchi di sicurezza dove una più razionale organizzazione delle strumentazioni e ripartizione del personale, unita alla presenza dei facilitatori tra le file, ci ha consentito di fluidificare i flussi dei passeggeri ed eliminare code e rallentamenti. E ancora una serie di migliorie per semplificare l'accesso ai passeggeri a ridotta mobilità (PRM), come la realizzazione di una rampa dedicata in airside, dopo varchi sicurezza, utile anche a famiglie con passeggini e, all'esterno, piano Partenze, i nuovi totem per chiamare gli assistenti ai PRM; all'interno del terminal numerosi interventi per rendere più confortevole la permanenza di viaggiatori e accompagnatori: 4 nuovi desk per il check-in; sostituzione e aumento delle poltroncine agli arrivi, il nuovo impianto di amplificazione per gli annunci vocali, wi-fi gratis, 144 postazioni di ricarica dei dispositivi elettronici sia in landside che in air side; info-point agli arrivi. Infine l'implementazione dei collegamenti nazionali e internazionali con un'ampia scelta fra compagnie, servizi e prezzi. Questi risultati, frutto di un impegno non comune che riconosciamo a tutti coloro i quali, a vario titolo, partecipano della vita aeroportuale - enti aeronautici, forze dell'ordine, operatori e addetti di scalo - sono da stimolo per SAC a migliorare e implementare i servizi ai passeggeri. Al contempo sono la conferma di come, insieme allo scalo di Comiso, il Sistema aeroportuale del sud-est Sicilia rivesta un enorme valore sociale in termini di supporto al territorio: sia nel turismo (settore che, come documentano portali di viaggi e notizie di cronaca, vede la Sicilia e i suoi siti d'arte sempre in cima alle destinazioni preferite) sia a sostegno di piccole e grandi imprese per le quali l'arrivo di nuove rotte, in Europa e in altri continenti, rappresenta lo stimolo ad ampliare l'attività in campo internazionale. Dal canto suo, SAC, sta supportando questo eccezionale sviluppo con investimenti in autofinanziamento, approvati da Enac, per oltre 95 milioni di euro fino al 2020 i cui primi effetti si vedranno nelle prossime settimane”.

I numeri forniti da Sac dicono che la rotta italiana più trafficata, sebbene in impercettibile flessione (-1%), resti quella con Roma Fiumicino (2.014.006 passeggeri), seguita da Milano Malpensa che ha registrato un'impennata di presenze: 956.239 (+92% sul 2016 quando furono 495mila) e Milano Linate, dove sono stati registrate 588mila utenti.

Sul fronte internazionale le destinazioni più trafficate sono nell'ordine Malta con 292.564 passeggeri (+52%); London Gatwich con 205.595 (+6%); Amsterdam con 155.881 viaggiatori (+61%). Ragionando in termini di macroaree, resta la Germania, invece, la nazione con il maggior numero di passeggeri che transitano sull’aeroporto di Catania: oltre 627mila nel 2017 (+7%), seguita dal Regno Unito con 338mila utenti (+12%) e Malta.

Per le compagnia aeree da segnalare Ryanair, cresciuta del 42% come numero di passeggeri a Catania, che si conferma la prima compagnia per volume di traffico con oltre 2,8 milioni utenti (2.837.815); seguono Alitalia, in lieve aumento con oltre 1,8 milioni (+1,33); terza Easyjet che ha superato il tetto dell'1,1 milioni di utenti ed è cresciuta nel 2017 del 20,72%; seguono Volotea con 619.520 passeggeri (+10,75%), Vueling con 419.955 (-8,73%); Blue Air con 277.214 (+17,65%); Wizz Air con 233.739 (+63%) e infine Air Malta con 170.411 viaggiatori in transito su Catania (+5,13).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • NOPAQUIE

    20 Gennaio 2018 - 18:06

    Da cittadino catanese sono legittimamente orgoglioso dello sviluppo dell'aeroporto di Fontanarossa. Tuttavia altre iniziative renderebbero l'aeroporto più funzionale e suscettibile di un più rapido sviluppo e di un maggior prestigio internazionale. Di alcune di queste, sulle quali non mi soffermo, si parla da decenni, ma il collegamento via ferrovia tra la città ed il suo aeroporto si potrebbe risolvere già da subito e con relativa facilità. A pochi metri dalla pista corre la linea ferroviaria a doppio binario Catania Acquicella-Bicocca ed inoltre all'interno dell'aeroporto nella zona militare si trova già un tratto di binario perfettamente funzionante che serve per la consegna dei vagoni merci manovrati da Bicocca. Ma allora, come mai a Fontanarossa non si riesce a realizzare un "tapis roulant" di pochi centinaia di metri sufficiente a collegare l'aerostazione alla ferrovia mentre in altri aeroporti (Fiumicino docet) con esso si ricoprono distanze ben maggiori? (Giuseppe Passatore)

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa