Notizie locali
Pubblicità
Catania, "compro oro" aperto nonostante i divieti che non registrava i clienti

Catania

Al setaccio i "compro oro" di Catania: telecamere nascoste e bilancia truccata

Di Redazione

CATANIA - I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, nell’ambito delle attività in materia di antiriciclaggio, hanno sviluppato una serie di controlli nei confronti degli esercenti compro-oro, mirati alla verifica del rispetto della nuova disciplina di settore introdotta lo scorso anno.

Pubblicità

Le Fiamme Gialle etnee, nel corso di un’ispezione ad un esercizio del comune di Catania, hanno rilevato diverse violazioni alla normativa di settore, accertando non solo la mancata o incompleta redazione delle schede di registrazione delle operazioni di acquisto dei metalli preziosi ma anche pagamenti in denaro contante pari o superiori a € 500, nonché la mancata segnalazione, alle competenti Autorità, di sospette operazioni di riciclaggio.

I militari hanno anche riscontrato violazioni amministrative connesse alla normativa a tutela della privacy (nell’attività commerciale, ove era istallato un sistema di videosorveglianza, non era esposta l'obbligatoria informativa al pubblico) nonché la non perfetta calibratura della bilancia di precisione utilizzata per pesare i beni.

Al termine delle operazioni, i Finanzieri del Gruppo Catania hanno comminato al titolare sanzioni amministrative per circa 175.000 euro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: