home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Depuratore e rete fognaria,
Catania maglia nera in Italia

Il Commissario straordinario unico per la Depurazione, Enrico Rolle: nel capoluogo etneo il lavoro per noi più impegnativo, il canale per la raccolta e lo scarico delle acque di rifiuto serve solo il 30% degli abitanti

Depuratore e rete fognaria,Catania maglia nera in Italia

ROMA - «A partire dal 2018 e fino al 2023 usciremo progressivamente da tutte le infrazioni, questo prevedono i nostri cronoprogrammi. Il lavoro più impegnativo è quello di Catania, dove, oltre alla costruzione del depuratore, va completata la rete fognaria che oggi serve solo il 30% degli abitanti». Lo ha detto a "Fuori Tg", programma del Tg3, il Commissario straordinario unico per la Depurazione, Enrico Rolle.

«In molte regioni del Sud - ha aggiunto Rolle - ci troviamo in una situazione difficile, dovuta anche ai ritardi nell'attuazione della legge Galli sul servizio idrico integrato, ma ci sono anche esempi virtuosi come il depuratore di Punta Gradelle nella penisola sorrentina, probabilmente il più bello e innovativo d’Italia, che ha fatto uscire quella zona dall'infrazione». E ancora: «Abbiamo fatto una convenzione con Enea - ha proseguito il commissario - per adottare le migliori tecnologie nella progettazione degli impianti e per il riutilizzo delle acque reflue: la depurazione - ha concluso Rolle- metterà a disposizione centinaia di milioni di metri cubi d’acqua fondamentali in un territorio estremamente assetato».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa