home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Acireale, incubo amianto: in una via abbandonate delle lastre di eternit

Il pericoloso materiale, per altro in parte frantumato e per questo particolarmente nocivo, in un tratto stradale che in questo periodo è assai trafficato. Dai residenti, angosciati, appelli anche sui social

Acireale, incubo amianto: in una via abbandonate delle lastre di eternit

ACIREALE - Questa volta i “vandali” dell’ambiente hanno colpito duro ad Acireale), molto duro! Non si tratta dell’ormai solito abbandono qui e là di rifiuti, magari oggetti ingombranti oppure sacchi maleodoranti, in quanto si sono invece disfatti di una serie di lastre del pericoloso eternit. Da alcuni giorni, in tal modo, sconosciuti hanno abbandonato un discreto quantitativo di lastre di amianto in una zona isolata e periferica del territorio acese, in quella via Mortara che però in questo periodo è particolarmente trafficata in quanto permette idonei collegamenti fra la città di Aci e Galatea e le località balneari della Riviera dei Limoni. Chi ha agito lo ha fatto durante la notte, approfittando del fatto che molti tratti della strada sono avvolti dall'oscurità.

Le lastre di amianto sono state posizionate addossate ai muri in pietra lavica che delimitano la strada, in un tratto peraltro particolarmente ristretto dove i mezzi quasi sfiorano questi materiali, ormai da anni messi al bando per la loro pericolosità. Si è in presenza di una “bomba ecologica”, termine sovente utilizzato per situazioni di possibile forte “rischio”, ma in questo caso si tratta già di una vera e propria emergenza in quanto, nell'abbandonare le lastre in fretta e furia, chi ha agito ha mandato in frantumi parti di esse.

Le polveri filamentose di tali materiali sono quelle che di fatto risultano più pericolose per le persone rispetto a una lastra non intaccata; in via Mortara, purtroppo, si è in presenza di un simile scenario, tanto che si susseguono sui social gli appelli e gli inviti ad eliminare al più presto la situazione venutasi a creare, anche perché la brezza di questi giorni e i veicoli che vi transitano a ridosso con i finestrini sicuramente aperti, sono elementi che depongono per una situazione di forte rischio.

Naturalmente in Comune si è a conoscenza della problematica, tanto che già le pattuglie ambientali della polizia municipale hanno relazionato sulla criticità esistente. Tanti cittadini continuano, giustamente, a chiedere una azione rapida di rimozione, quello che non sanno in molti però è che occorre attivare, peraltro già incardinata, una procedura che coinvolge dapprima l’Asp e successivamente una ditta specializzata in materia, trattandosi di un rifiuto speciale, da smaltire in fase eliminazione dalla strada da parte del personale incaricato, con tutte le cautele del caso, con l’impiego di tute e mascherine così da non inalare sostanze nocive. Naturalmente si farà il possibile per velocizzare l’iter attuativo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa