home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

"Ti tagghiu a testa", imprenditore minacciato e taglieggiato: due arresti

A Catania arrestati Nunzio Biagio Barbera e Salvatore Di Venuto, che si presentava alla vittima come esponente del clan Santapaola-Ercolano. Sono accusati di usura e tentata estorsione aggravata

"Ti tagghiu a testa", imprenditore minacciato e taglieggiato: due arresti

Da sinistra Nunzio Biagio Barbera, Salvatore Di Venuto

CATANIA - Avrebbero estorto del denaro con tasso usario d’interesse oscillante dal 20 al 50% a un imprenditore in crisi. Nunzio Biagio Barbera, 76 anni, è stato arrestato dalla squadra mobile in flagranza di reato dopo avere incassato dalla vittima, in piazza Europa, 1.200 euro per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Successivamente la polizia ha fermato Salvatore Di Venuto, di 53 anni che si era per'altro presentato alla vittima come esponente del clan Santapaola- Ercolano, con la stessa accusa. I due secondo quanto ricostruito dalla Dda della Procura di Catania, si sarebbero recati a casa della vittima che veniva strattonata e minacciata di morte «...ti finisci mali e ti tagghiu (taglio, ndr) a testa...». Il Gip ha convalidato l’arresto di Barbera ed il fermo di Di Venuto, conosciuto quest'ultimo come “u ghiacciaru”, applicando, al primo la misura cautelare della custodia in carcere ed al secondo quella degli arresti domiciliari, ritenendoli entrambi responsabili in concorso dei reati di usura e tentata estorsione aggravata. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa