Notizie locali
Pubblicità

Catania

Si stringe il cerchio intorno all'assassino di Palagonia: è in fuga come un "lupo"

Di Redazione

PALAGONIA - Continuano e diventano sempre più serrate le ricerche di Gaetano Fagone, il bracciante agricolo di 52 anni, da venerdì sera in fuga da Palagonia, nel catanese, dopo avere volontariamente investito con l'auto del padre alcuni vicini di casa e averne uccisa una, Maria Napoli, pensionata di 87 anni.

Pubblicità

Anche per tutta la giornata di oggi i carabinieri hanno battuto le campagne della zona partendo sempre dalla casa rurale in contrada "Tre Fontane" luogo nel quale Fagone ha abbandonato la fiat Punto. L’attività di perlustrazione e di ricerca adesso è concentrata nella zona periferica del paese ed è stata estesa fino al confine con Militello Val di Catania. A tarda sera si è diffusa la voce che Fagone era stato individuato, ma la notizia della cattura non è stata confermata, anche se sembra che il cerchio attorno all'assassino sia sempre più stretto e che Fagone potrebbe finire in manette da un momento all'altro.

Al momento gli investigatori escludono che l’uomo possa avere compiuto un gesto estremo, ma ritengono abbia trovato un nascondiglio: in paese, a Palagonia, Fagone viene definito come una sorta di "lupo" per la sua capacità di adattarsi ai luoghi impervi e a condizioni estreme. Ai militari non sarebbe  arrivata al momento alcuna segnalazione da parte di terze persone sull'avvistamento dell’uomo, ma le ricerche si sono concentrate in alcune zone di campagna dove si pensa l'uomo possa aver trovato riparo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA