home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, drogato e derubato da donna conosciuta sui social: arrestata

L' uomo, 65 anni, è rimasto privo di sensi per due giorni nel suo appartamento fino a quando non è stato soccorso dai vicini. Aveva dato appuntamento ad Antonella Lo Giudice, 51 anni, residente a Siracusa che lo ha narcotizzato

Catania, drogato e derubato da donna conosciuta sui social: arrestata

Immagine generica

Catania - Dopo averla conosciuta su un noto social, incontra una donna che, invece di pranzare con lui, lo droga e lo rapina. E’ accaduto a Catania. A fare luce sull'episodio sono stati gli agenti della polizia di Stato, che hanno arrestato Antonella Lo Giudice, 51 anni, residente a Siracusa. Alla donna, che deve rispondere di rapina aggravata e lesioni aggravate, sono stati concessi i domiciliari. La misura è stata emessa dal gip presso il Tribunale di Catania, su richiesta della locale Procura. Le indagini sono state avviate dopo che un 65enne si era presentato alla polizia, denunciando di essere stato narcotizzato e rapinato all’interno della sua abitazione, da una donna conosciuta su un social network.

I due si erano incontrati presso la stazione dei pullman in via D’Amico, e dopo i primi convenevoli si erano recati nell’abitazione dell’uomo. Qui, dopo avere chiacchierato per un paio di ore, i due hanno deciso di pranzare, circostanza che ha permesso alla donna di versare, di nascosto, del tranquillante a base di benzodiazepina nel bicchiere di birra che l’uomo stava bevendo. Il malcapitato ha riferito che, qualche minuto dopo aver bevuto la sua birra, si è accorto di un inconsueto sapore dolciastro e, subito dopo, ha perso i sensi. Al risveglio, non ricordando più nulla, in ospedale, dove era stato ricoverato grazie al soccorso prestatogli dai vicini che lo avevano sentito chiedere aiuto da dietro la porta d’ingresso della sua abitazione, ha appreso di essere rimasto in stato d’incoscienza per più di due giorni. In effetti, la sconosciuta, dopo avere neutralizzato il padrone di casa, ha razziato quanto più possibile dall’appartamento, rubando un telefono cellulare, 100 euro in contanti e la carta Bancomat che ha cercato di utilizzare inutilmente presso uno sportello Atm. Le indagini svolte dagli agenti della Squadra investigativa del Commissariato Librino hanno consentito agli investigatori di individuare la presunta responsabile. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa