home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, utilizzavano gasolio agricolo per rifornire i mezzi aziendali

La Guardia di Finanza ha denunciato i titolari di una ditta di colture agrumicole di Misterbianco e di una impresa di autotrasporti di Camporotondo Etneo

Catania, utilizzavano gasolio agricolo per rifornire i mezzi aziendali

CATANIA - La Guardia di Finanza di Catania ha denunciato i titolari di una ditta di colture agrumicole di Misterbianco (Catania) e di una impresa di autotrasporti di Camporotondo Etneo (Catania) che illecitamente utilizzavano gasolio agricolo quale carburante di rifornimento di mezzi aziendali. In particolare, i militari hanno individuato, nel comune di Camporotondo Etneo, un piazzale, in prossimità dell’accesso agli spazi aziendali di una società di trasporti, nel quale avveniva l'illecita distribuzione del gasolio. L'intervento delle Fiamme Gialle è scattato dopo che è stato notato l’ingresso di un autocarro telonato - con alla guida una persona poi risultata gravata da specifici precedenti di polizia inerenti al contrabbando di prodotti energetici - che affiancatosi ad un autoarticolato che si trovava già nel piazzale, ha iniziato a rifornirlo di carburante. 

L'immediato controllo ha fatto rilevare che all’interno dell’autocarro telonato vi erano due cisterne della capacità di oltre 1.500 litri e che il prodotto che stavano erogando era della tipica colorazione "verde alizarina", caratteristica che contraddistingue il gasolio agricolo rispetto a quello "normale" destinato alle vetture ed automezzi. Al fine di agevolare le imprese che operano nel settore agricolo, il gasolio "verde" sconta una minore imposta (accisa) e quindi il relativo costo di acquisto (pari a circa 0,95 euro al litro) è inferiore a quello del gasolio destinato all’autotrazione (pari a circa 1,62 euro al litro).

I Finanzieri hanno ispezionato sia il fabbricato adiacente al piazzale che l’impresa di colture agrumicole, rinvenendo, in quest’ultimo luogo, altro prodotto agevolato la cui detenzione non è stata giustificata da alcuna documentazione. L'intervento si è concluso con il sequestro di oltre 4.000 litri di gasolio agricolo e delle due cisterne nonchè del furgone telonato e dell’autoarticolato. Il titolare dell’impresa agricola e il rappresentate legale della società di trasporti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Catania per "sottrazione al pagamento dell’accisa sugli oli minerali".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa